Menu Chiudi

Scuola, arrivano le linee guida: cosa succede in caso di bimbo positivo al covid

L’Istituto superiore di Sanità i ministeri e gli organi competenti hanno redatto un documento che indica le linee guida per le scuole in caso di sospetto o positivo tra gli alunni e il personale scolastico.

scuola linee guida covid

Il documento è stato redatto da: Iss, ministero della Salute, ministero dell’Istruzione, Inail, Fondazione Bruno Kessler, Regione Veneto, Regione Emilia-Romagna, e  contiene i comportamenti da seguire, con tutte le precauzioni da adottare, se vengono riscontrati casi sospetti o positivi.

Innanzitutto le linee guida prevedono che ogni scuola deve avere un referente scolastico formato nella gestione dell’emergenza covid che deve intervenire in caso di alunno positivo. Inoltre si richiede l’aiuto dei genitori che dovrebbero misurare la febbre ai propri figli ogni mattina poco prima di andare a scuola.

Se un alunno presenta i sintomi a scuola, secondo le raccomandazioni va isolato in un’area apposita, con l’assistenza di un adulto che indossa la mascherina. I genitori devono essere subito allertati. Una volta riportato a casa il bambino, i genitori contattano il pediatria o il medico, che decide se sottoporre il bimbo al tampone. Se il test è positivo si parte quindi con il tracciamento e l’individuazione dei contatti stretti. Eventualmente si valuteranno poi le singole misure da intraprendere, tra cui, se necessario, anche la quarantena per i compagni di classe, gli insegnanti e gli altri soggetti che hanno avuto contatti.

Se l’alunno presenta sintomi a casa riconducibili al covid va subito avvertita la scuola. Verrebbero attivati il referente scolastico, i genitori, il pediatra o il medico di medicina generale. In caso di positività dopo aver effettuato il tampone, si valuteranno poi le singole misure da intraprendere, tra cui, se necessario, anche la quarantena per i compagni di classe, gli insegnanti e gli altri soggetti che hanno avuto contatti.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *