Menu Chiudi

Far “Scrocchiare” le dita fa davvero bene? Assolutamente no. Ma molti lo fanno

Dita

In molti lo fanno e spesso sembra che non riescano a farne a meno…Diventa un’ abitudine che porta quasi alla dipendenza…
ma sono pochi a sapere che “SCROCCHIARE” le dita non è sempre buona cosa!

Anche se all’istante potreste avere qualche beneficio o senso di sollievo…Sappiate che in realtà, non troverete nessun beneficio vero! Anzi…Solo problemi alle vostre articolazioni…Dunque, state attenti perchè non c’è da scherzare su una cosa del genere. Almeno non per tutti!

ATTENZIONE….
E’ buona cosa sapere che Scrocchiare le proprie le dita da giovani non è causa di deformazioni o di problemi articolari in età adulta, purché l’abitudine resti sempre e solo una abitudine adolescenziale.
 A quella età, infatti le articolazioni sono molto più elastiche rispetto a chi ha qualche anno di troppo e si prestano quindi più facilmente ad essere sollecitate in tal modo, senza pregiudizi di sorta, mentre invece la stessa cosa non accade se si continua con l’abitudine anche in età adulta. In questo caso, sollecitare eccessivamente le articolazioni che con il passar del tempo vanno incontro ad un naturale processo  degenerativo, potrebbe accentuarlo,  dando luogo a problemi di artrosi.

“Lo scrocchio delle articolazioni è un rumore simile a un piccolo scoppio o al suono della rottura di un oggetto rigido che si verifica spontaneamente nel corso di alcuni movimenti articolari o che viene deliberatamente prodotto con la manipolazione o automanipolazione delle articolazioni delle dita della mano e dei piedi, del polso, del gomito, della spalla, del collo, della mascella, delle vertebre, dell’anca, del ginocchio, della caviglia ecc. L’abitudine a produrre questi schiocchi è in genere chiamata scrocchiarsi le dita nella sua forma più comune che riguarda le articolazioni della mano.

Esistono diverse teorie volte a spiegare il meccanismo dello schiocco ottenuto con il piegamento, con la torsione, con l’estensione o con la compressione delle articolazioni. La teoria più accreditata, per la quale esistono alcune prove empiriche, è quella della cavitazione del liquido sinoviale che agisce da lubrificante articolare: durante lo scrocchiamento, la forza che viene applicata separa le superfici articolari di un giunto sinoviale completamente incapsulato e questo a sua volta determina una riduzione di pressione entro la cavità articolare; in questo ambiente a bassa pressione, alcuni dei gas che sono naturalmente disciolti nel liquido sinoviale escono dalla soluzione creando una bolla o cavità che collassa rapidamente su sé stessa, producendo un “clic”.
Secondo uno studio del 1971, il contenuto della bolla è soprattutto azoto. Altre teorie che sono state proposte sono quella dello stiramento rapido dei legamenti e quella della rottura di aderenze intra-articolari.
Esiste un periodo refrattario successivo allo scrocchio durante il quale i gas espulsi dalla soluzione vengono lentamente riassorbiti nel liquido sinoviale; in questo lasso di tempo, che va da alcuni secondi a molti minuti, non è possibile scrocchiarsi di nuovo. È stata dimostrata una correlazione tra la lassitudine legamentaria e una elevata tendenza alla cavitazione.” (FONTE: http://it.wikipedia.org/wiki/Schiocco_delle_articolazioni)
La credenza molto comune porta a sostenere che scrocchiarsi le dita possa causare una forma di artrite. Tuttavia non esistono vere e proprie prove, fondate e dociumentate di tale conseguenza.
Una ricerca del 2011 fatta su 215 persone, ha concluso che lo “scrocchiamento” delle dita non causava osteoartrite alla mano, a prescindere dalla durata e dalla frequenza dell’abitudine.

Questo però, non vuol dire che sia una cosa da nulla che si può fare a dismisura e per tutta la vita…Infatti è stato provato che scrocchiarsi le dita o qualsiasi altro osso del corpo ripetutamente ed in maniera cronica, è portato ad avere maggiore gonfiore delle mani e una ridotta forza della presa.
Inoltre è molto pericoloso se questa pratica viene costantemente ripetuta anche con età non più giovane!!

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *