Menu Chiudi

Ricercatore ucciso a Pittsburgh: “era vicino a scoperte importanti sul covid”

ricercatore cinese ucciso pittsburgh

Un ricercatore di origine cinese dell’Università di Pittsburgh, che secondo l’ateneo era sul punto di fare «scoperte molto significative» sul Covid-19, è stato ucciso.
Bing Liu, 37 anni, lavorava al dipartimento di Biologia della Scuola di Medicina dell’Università di Pittsburgh in Pennsylvania (Stati Uniti), stava studiando la “comprensione del meccanismo cellulare alla base dell’infezione da SARS-CoV-2”.

E’ stato ucciso a colpi di pistola alla testa, al busto e agli arti, in un apparente dinamica di omicidio-suicidio. E’ stato trovato privo di vita nella sua abitazione, ma questo non è l’unico particolare inquietante.
Un secondo uomo, Hao Gu, 46 anni, è stato trovato morto in un’auto parcheggiata vicino alla scena del crimine. Gli investigatori ritengono che Hao abbia ucciso il ricercatore Bing prima di tornare in macchina e togliersi la vita. Un tipico caso di omicidio-suicidio.

Bing era sul punto di fare scoperte molto significative per comprendere i meccanismi cellulari che sono alla base dell’infezione da SARS-CoV-2″, hanno dichiarato i suoi colleghi del Dipartimento di Biologia Computazionale e dei Sistemi dell’Università. Queste dichiarazioni hanno scatenato numerosi sospetti e complotti sulla vicenda, secondo cui la vittima aveva scoperto che il Coronavirus era stato creato in laboratorio negli Stati Uniti. Secondo i complottisti quindi sarebbe stato ucciso proprio per questo.

Ma chi è l’uomo che l’ha ucciso? E se fosse un sicario mandato da qualcuno perchè si sarebbe tolto la vita?
Le autorità americane hanno dichiarato che secondo la polizia, i due si conoscevano, e che il movente di tutta questa vicenda sarebbe sentimentale, perché i due si sarebbero innamorati della stessa donna. Per questo sarebbe nato una violenta lite culminata nell’omicidio-suicidio perpetrato da Hao Gu.

Ma anche questa teoria sembra non reggere perchè lo studioso proveniva dalla Cina e viveva negli USA con la moglie con cui non ha avuto figli, infatti il delitto sarebbe avvenuto sul patio della casa mentre la moglie della vittima era fuori.
E’ ancora giallo su questa vicenda, i due cinesi potrebbero anche essere stati uccisi da una terza persona per poi creare la storiella della correlazione tra i due. Tutte le piste sembrano essere aperte.

Intanto i membri della School of Medicine dell’Università descrivono il loro ex collega come ricercatore e mentore eccezionale, e si sono impegnati a portare avanti il lavoro fatto da Liu “nel tentativo di rendere omaggio alla sua eccellenza scientifica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *