Menu Chiudi

Restrizioni progressive, Zangrillo: “il governo si sta comportando bene”

Il dottor Alberto Zangrillo, primario di Anestesia e Rianimazione Generale dell’ Ospedale San Raffaele di Milano, prorettore per le attività cliniche e professore Ordinario di Anestesiologia e Rianimazione, durante il suo ultimo intervento ha espresso un commento in merito al tentativo del governo di limitare la seconda ondata di contagi.

Alberto Zangrillo Ospedale San Raffaele di Milano restrizioni progressive

E’ stato chiamato ad intervenire nel corso della trasmissione “Accordi&Disaccordi”, il talk politico condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi su Nove tutti i venerdì alle 22.45. Nel corso del suo intervento il professore ha assunto una posizione pro governativa che ha spiazzato tutti, molto in controtendenza rispetto ai virologi come Matteo Bassetti e Giulio Tarro, con i quali fino ad ora ha sostanzialmente condiviso la loro linea.

Una trasformazione totale di Zangrillo, che elogia apertamente l’azione di governo in merito alle restrizioni progressive atte a limitare i contagi in tutta Italia. Un intervento che ha lasciato increduli i suoi sostenitori, che lo sostengono dal mese di maggio quando affermò pubblicamente che “il virus è clinicamente morto“, e sorprendendo coloro che finora lo hanno criticato.

Zangrillo è un vero e proprio punto di riferimento per tutti coloro che hanno sempre disapprovato i provvedimenti restrittivi del governo in materia di contenimento dei contagi, negazionisti e non. Ma dopo questa uscita pubblica resterà ancora il loro punto di riferimento?
Quando gli è stato chiesto cosa farebbe in questo preciso momento se fosse il ministro della Salute ha risposto:

Io cercherei di avere la certezza che ci fosse un equilibrio gestionale da parte del governo periferico regionale, perchè la cosa che non deve accadere è che le Regioni facciano delle fughe in avanti o comunque prendano delle decisioni in autonomia” ha esordito Zangrillo.
Il professore quindi lascia intendere che tutte le amministrazioni regionali debbano attenersi solo ed esclusivamente alle restrizioni previste dai Dpcm, indipendentemente dalla curva epidemiologica locale.

Poi l’inaspettato assist al governo: “io credo che in questo momento preciso il governo si stia comportando assolutamente bene, perchè sta attuando un metodo di azione progressiva che deriva dalla lettura dei dati, quando è possibile cercando di anticiparli. devo ammettere che nella sua azione di governo il legislatore sta operando nella maniera corretta, e da questo punto di vista mi sento veramente garantito“.

Zangrillo elogia quindi i provvedimenti restrittivi del governo perchè sono graduali e derivano da una precisa e attenta valutazione dei dati, contrariamente al suo omologo Matteo bassetti che si è pubblicamente schierato contro l’ultimo Dpcm.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *