Menu Chiudi

Recovery Fund: Meloni e FI sono con Conte “fatto buon lavoro”. Salvini si infuria

recovery fund centrodestra salvini meloni berlusconi

L’intesa raggiunta in Europa sul Recovery Fund che assegnerebbe 209 miliardi all’Italia, tra cui una parte a fondo perduto e una parte sotto forma di prestito a tasso agevolato, ha accontentato quasi tutti, a partire dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, fino alle forze di maggioranza e persino di opposizione, tranne una: la Lega di Matteo Salvini.

Al leader della Lega l’accordo tra i paesi dell’Unione europea non è piaciuto. Gli 82 miliardi a fondo perduto e i 127 di prestiti per l’ex ministro sono “una fregatura grossa come una casa in fondo al tunnel – Sono soldi in cambio di tagli e sacrifici”.
Molto diversi, invece, i toni degli altri due leader del centrodestra: Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi.

Giorgia Meloni riconosce al premier di “essersi battuto per contrastare le pretese egoistiche dei Paesi nordici”  ma ha ottenuto un risultato inferiore alle speranze:

Abbiamo votato a Bruxelles per il debito comune, che ha reso possibile il Recovery Fund. Abbiamo tifato per l’Italia in ogni momento. Con la coscienza a posto ora, a negoziato concluso, voglio dire che Conte è uscito in piedi ma poteva e doveva andare meglio.  È stato sbagliato dare per acquisiti i 500 miliardi di sussidi proposti da Merkel e Macron e poi aprire a un taglio in cambio di zero condizionalità. È tornato a casa con meno sussidi e più condizionalità. Gli riconosciamo di essersi battuto per contrastare le pretese egoistiche dei Paesi nordici ma il risultato finale purtroppo non è quello che speravamo.” scrive su facebook.


In pratica la Meloni pur non essendo soddisfatta in pieno  la leader di Fdi non sembra particolarmente critica verso l’intesa europea e neanche nei confronti del presidente del consiglio.

Silvio Berlusconi invece va oltre e definisce “quella di stanotte” come “una notizia positiva” per l’Italia perché “i fondi sono saliti a 208 miliardi ed una parte importante sono a fondo perduto”. L’intesa sul Recovery per l’ex cavaliere “toglie argomenti ai nemici dell’Europa“. Per l’ex peremier tra i “nemici dell’Europa” c’è anche l’alleato leghista? Non si sa….

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *