Menu Chiudi

Quando Di Maio disse: “al governo aboliremo l’obbligo dei vaccini”

di maio aboliremo obbligo vaccini

Era il mese di gennaio 2018, e tutte le forze politiche italiane erano impegnate in una intensa campagna elettorale in vista delle elezioni del 4 marzo dello stesso anno. L’attuale ministro degli Esteri Luigi Di Maio fu intervistato in una puntata di “Un Giorno da Pecora” su Rai Radio Uno, dove affermo che se l’M5S fosse andato al governo avrebbe cambiato la legge Lorenzin sull’obbligo dei vaccini.

Queste furono le sue parole:
Noi faremo una legge sulla raccomandazione dei vaccini, noi siamo a favore della raccomandazione. Obbligo? Noi lo intendiamo come era prima del decreto Lorenzin“. In pratica Di Maio annunciò che l’M5s al governo avrebbe abolito l’attuale legge Lorenzin che regola l’obbligatorietà dei vaccini tornando a quella precedente che obbligava solo 4 vaccini e raccomandava tutti gli altri senza obbligarli.

Tali dichiarazioni generarono aspre polemiche tra le file di quelli che ora sarebbero gli attuali alleati di governo del PD.
«Di Maio ha appena detto che se governeranno aboliranno le vaccinazioni obbligatorie. Il M5S è un vero pericolo per la salute pubblica. Ricordatelo il 4 marzo», affermò su Twitter Alessia Morani.

Sulla dichiarazione di Di Maio in merito all’obbligatorietà dei vaccini arrivò poi anche la risposta di Beatrice Lorenzin: “Di Maio come Salvini: sui vaccini, come su tutto il resto, il populismo parla la stessa lingua”, scrisse in un tweet l’allora ministro della Salute.
La lega di Salvini era sulla stessa linea dei cinquestelle riguardo l’obbligatorietà dei vaccini. Appena cinque giorni prima le dichiarazioni di Di maio il leader del carroccio  aveva annunciato la sua posizione: “Vaccini sì, obbligo no”.

Tutte le altre forze politiche erano invece favorevoli all’obbligo e alla legge Lorenzin nella sua interezza. Sta di fatto che dopo le elezioni del 4 marzo 2018 al governo sono andate proprio le uniche due forze politiche che in campagna elettorale avevano promesso di abolire la legge Lorenzin. Vuoi perchè sono apparsi altri problemi più urgenti da affrontare (respingere barconi a gogo e fare il Reddito di Cittadinanza), vuoi perchè l’esecutivo gialloverde ha avuto vita breve, l’obbligo vaccinale anche se promesso non è stato abolito.

Attualmente siamo in una situazione in cui la legge Lorenzin avrà “lunga vita” sia grazie alla necessità di un vaccino, che molto probabilmente sarà obbligatorio, contro il coronavirus, sia perchè i pentastellati sono al governo con il PD che non ha alcuna intenzione di abolire l’obbligo vaccinale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *