Menu Chiudi

Oltre l’ebola, il primo caso di lebbra in Italia…Ma ovviamente nessuno vi dice niente!

lebbra

[banner]Grazie, grazie mille a tutti gli straniere extra comunitari che ogni giorno sbarcano in questo paese… Solamente grazie a voi e per il vostro merito lodevole adesso anche in Italia abbiamo il primo caso di LEBBRA, e ovviamente non ne parla nessuno…Si tace continuando a far finta di nulla perchè quello che potrebbe pensare la popolazione può spaventare e mettere in difficoltà il politico…Così come per l’ebola, i cui effetti sono stati riscontrati in europa già da diverse settimana e di cui nessuno ne ha parlato se non a fatto compiuto per paura di allarmismo…E NON ABBIAMO RAGIONE AD ALLARMARCI?!?! Vogliamo continuare ad ospitare portatori sani di malattie infettive?!?!?!

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Ma tornando al nostro caso di lebbra… All’ ospedale Cà Foncello di Treviso è stata diagnosticata una forma di lebbra su un paziente ricoverato presso il reparto di malattie infettive. La diagnosi è stata fatta su un uomo di nazionalità bengalese di 37 anni, presente nel nostro “PAESE CALAMITA” (o  calamità!!!) da circa 8 anni. L’ infetto è residente nel Comune  “Quinto” di Treviso. Ne dà notizia il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia. Il quale ha affermato: «Si tratta di un segnale molto brutto e allarmante che testimonia come purtroppo le nostre preoccupazioni sulla ricomparsa di malattie da tempo debellate fossero fondate. Una giovane donna morta di Tbc poco tempo fa, oggi questo caso di lebbra sono elementi che provano il ritorno di patologie, perlopiù infettive, che qui erano scomparse da 200 anni, nei confronti delle quali l’attenzione del nostro sistema sanitario è e sarà massima. Il nostro primo obiettivo è quello di salvaguardare la salute pubblica e quella di ogni singolo cittadino» A SI? SE FOSSE DAVVERO COSI’ NON PERMETTERESTE L’INGRESSO DI QUESTE PERSONE, SAPENDO CHE PROVENGONO DA PAESI INFETTI… Solo chiacchiere e nulla più…Anche se il livello di sorveglianza sanitaria è stato aumentato, questo non ci da alcuna sicurezza di prevenzione…Arrivano igni giorno e a centinaia..è impossibile occuparsi di tutti e controllare singolarmente le persone..E se uno di questi infetti scappasse?!? Cosa succederebbe? A nostro avviso, (come di consueto per ogni cosa) si sta prendendo la situazione sotto gamba… e sarò troppo tardi quando ci sarà l’epidemia anche in Italia…

 Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

FONTE: http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/lebbra_treviso_ricoverato_bengalese/notizie/835412.shtml

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *