Menu Chiudi

Il Premier Giuseppe Conte rassicura tutti: “Quota 100 non sarà abolita”

In questi giorni sono state aspre e accese le discussioni all’ interno della maggioranza e nell’ opposizione riguardo l’abolizione di “Quota 100”, ma Conte rassicura tutti: “non sarà abolita”.Il Premier Giuseppe Conte rassicura tutti: "Quota 100 non sarà abolita"

Il governo cerca un modo per evitare l’aumento dell’ IVA cercando allo stesso tempo di non superare il deficit. Ed ecco che si cercano di trovare le risorse e le coperture per far sì che il tutto gravi il meno possibile sulla pelle dei cittadini.

In questi giorni sono state aspre e accese le discussioni all’ interno della maggioranza e nell’ opposizione riguardo l’abolizione di “Quota 100“, la misura bandiera della Lega che prevede di andare in pensione al raggiungimento di 100 anni, intesi come somma tra l’età anagrafica e gli anni di contributi versati.
Una legge che se abolita porterebbe sì del risparmio nelle casse dello Stato, ma andrebbe a gravare su tutte quelle persone che hanno già fatto accordi per l’uscita dal lavoro. Per non parlare del fatto che costringerebbe tutti i lavoratori ad andare in pensione nell’ età pensionabile prevista dalla legge Fornero.

A tal riguardo il Premier Giuseppe Conte ha rassicurato tutti, anche per spegnere le polemiche nella maggioranza e le accuse rivolte dall’opposizione:
«Quota 100 rimane, questo è l’ indirizzo politico».
Al massimo saranno aumentate le cosiddette “finestre” d’attesa tra la maturazione del diritto e la decorrenza della prestazione, con il risultato di risparmiare circa un miliardo a regime, ma di non cambiare nulla nella sostanza.
Anche perchè abolire Quota 100 sarebbe una scelta abbastanza impopolare che metterebbe i lavoratori contro i pensionati e viceversa, per non parlare del fatto che porterebbe a Salvini ulteriore consenso.

Ma i malumori su questa presa di posizione del Premier non si fanno attendere.
Il renziano di “Italia Viva” Marattin ha dichiarato che Quota 100 va abolita in toto, e che lo Stato dovrebbe farsi carico di tutte quelle persone che hanno già fatto accordi per l’uscita dal lavoro, i futuri esodati. Secondo Marattin mantenere quota 100 così com’è si creerebbe quello che lui definisce il “burrone Salvini”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *