Menu Chiudi

Passiflora… La pianta dalle molteplici proprietà Medicinali! Scopri tutti i suoi usi e benefici!

Passiflora La Passiflora  è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Passifloraceae che comprende circa 465 specie di piante erbacee perenni ed annuali, arbusti e alberelli, alti fino a 5–6 m; provenienti da varie zone del mondo. Il suo nome deriva dal latino e sta a significare “fiore della passione”. I frutti sono generalmente bacche ovoidali o allungate, ricoperte da un leggero tegumento che, a maturazione, si colora di giallo, viola, blu o nero, a volte con striature gialle o verdi, a volte è una capsula deiscente a maturazione, di varie dimensioni; all’interno del frutto si trova una polpa gelatinosa (arillo) che contiene piccoli semi di forma appiattita, cuoriformi, di colore scuro, coriacei e rugosi. Grazie all’ azione calmante della passiflora, viene considerata uno dei rimedi fitoterapici più utilizzati per i disturbi della sfera nervosa. La passiflora forse è poco conosciuta per le sue proprietà ma è davvero importante sapere quanto faccia bene al nostro corpo! Essi agiscono prevalentemente sul sistema nervoso centrale come ansiolitici e calmanti, in grado di indurre un sonno naturale e di ridurre i livelli troppo elevati di adrenalina. In pratica gli estratti di passiflora agiscono come le benzodiazepine (in modo più blando ma comunque efficace) sui recettori cerebrali. Le parti verdi della passiflora sono ricche di flavonoidi e alcaloidi indolici, maltolo e acidi grassi. L’infuso, lo sciroppo e l’estratto fluido hanno proprietà sedative del sistema nervoso, tranquillanti, ansiolitiche, antispastiche, curative dell’insonnia, della tachicardia e dell’isterismo; inducono un sonno fisiologico. Le caratteristiche farmacologiche della Passiflora incarnata la rendono utile per facilitare, con il controllo del medico, lo svezzamento dagli psicofarmaci. Chi soffra di ansia, stress, agitazione, insonnia o disturbi del sonno, eccitazione nervosa con palpitazioni (anche notturne), può alleviare i propri sintomi assumendo infusi di passiflora (2 tazze al giorno), o direttamente l’estratto ecco in capsule 2-3 volte al giorno per un effetto più forte. Il dosaggio corretto per una adulto è di 6-8 mg per chilo di peso corporeo. COSA MOLTO IMPORTANTE, PER COLORO CHE SOFFRONO DI DOLORI MESTRUALI FORTI. INFATTI IL DECOTTO DI PASSIFLORA E’ UN POTENTE CALMANTE, in grado di alleviare i crampi mestruali tanto fastidiosi. Provare per credere.

 Tra gli altri effetti positivi della passiflora c’è quello distensivo e antispastico sulla muscolatura liscia del tubo digerente,  pertanto è indicata quando si soffra di dispepsia funzionale o sindrome dell’intestino irritabile da stress. Inoltre aiuta a moderare gli attacchi di tachicardia. Attenzione però in gravidanza: infatti l’estratto di fiore della passione è controindicato. Da evitare anche quando si fa uso e consumo di psicofarmaci e antidepressivi.
Fonti: https://it.wikipedia.org http://scienzaesalute.blogosfere.it/ http://www.greenme.it/]]>

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *