Menu Chiudi

Palazzo Chigi desecreta gli atti del Comitato Tecnico Scientifico relativi all’emergenza covid

Gli atti del Comitato tecnico scientifico sull’emergenza covid non sono più secretati. E’ stato tolto il segreto sui verbali del Comitato tecnico-scientifico sul periodo dell’emergenza Coronavirus.

atti cts coronavirus desecretati

La tanto attesa e auspicata decisione è giunta dopo giorni di durissime polemiche contro il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che è stato accusato a più riprese di aver tentato di nascondere agli italiani tutta la verità sui Dpcm utilizzati nei mesi di marzo e aprile.

Ma in serata il governo ha ascoltato gli appelli e, inviando alla Fondazione Einaudi gli atti secretati, ha di fatto autorizzato che vengano resi pubblici.
Palazzo Chigi ha inviato alla Fondazione Einaudi, che aveva fatto la richiesta da tempo, degli atti del Comitato tecnico scientifico (il Cts) sul periodo dell’emergenza Covid-19.
A dare l’annuncio è la stessa Fondazione che in una nota fa sapere che i suoi avvocati hanno ricevuto dalla presidenza del consiglio dei ministri la documentazione a suo tempo secretata del Comitato tecnico scientifico posta a base dei Dpcm sul Coronavirus”.

 


Gli avvocati Rocco Todero, Andrea Pruiti ed Enzo Palumbo hanno ricevuto la comunicazione da parte dell’esecutivo della desecretazione dei verbali del Comitato degli esperti. Dopo aver ringraziato il premier “per la sensibilità dimostrata“, la Fondazione ha colto l’occasione per sottolineare che nella giornata di domani verranno rese pubbliche tutte le informazioni ottenute “attraverso il proprio sito web fondazioneluigieinaudi.it“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *