Menu Chiudi

Orsini nel 2018 avvisò sull’invasione di Putin e avvisa: “scoppierà un’altra guerra”

In un recente articolo ho riportato le dichiarazioni del professore Alessandro Orsini, Direttore dell’Osservatorio sulla Sicurezza Internazionale della LUISS. Tali dichiarazioni fatte in diretta Tv, nella trasmissione Piazzapulita, in onda su la7, hanno generato numerose polemiche a tal punto che la stessa LUISS ha censurato il professore. Nonostante la censura Orsini è tornato a dire la sua a Piazzapulita, lanciando un altro monito all’unione Europea e un’altra “logica” profezia. Ecco le sue parole.

Orsini a Piazzapulita su guerra in Ucraina
Orsini a Piazzapulita su guerra in Ucraina

Il professore inizia il discorso facendo una premessa: parlo a titolo personale, non rappresento nessuno, che condanno l’invasione della Russia e che sono schierato dalla parte dell’Ucraina”.
In relazione alla censura da parte della sua stessa università, ha ammesso pubblicamente che il suo ragionamento non può essere compreso per il semplice fatto che” in Italia non sono passate alcune informazioni”. Secondo Orsini i media ci avrebbero nascosto delle informazioni che potrebbero in un certo senso giustificare l’attuale invasione dell’Ucraina da parte di Putin.

Continua poi: “La NATO ha fatto in Ucraina tre gigantesche esercitazioni militari con scenari di guerra in Ucraina. Ne ha fatta una nel 2021 che si chiama ‘brezza marina’ e che ha coinvolto 32 Paesi” ( prima informazione che i media non ci hanno fatto sapere).
Inoltre, sempre la Nato: “Ha fatto un’altra gigantesca esercitazione militare nel luglio del 2021 che si chiama ‘tre spade’. Poi ha fatto un’altra gigantesca esercitazione militare nel settembre del 2021 che si chiama ‘tridente rapido’” (altre due informazioni che sono state oscurate dai nostri media).

Riguardo l’ultima esercitazione del 2021 dichiara pubblicamente che “Putin stava sparando su delle navi della Nato, e ha detto fermatevi perché state portando questa situazione a un punto di collasso” (informazione fondamentale che non ci è stata mai pervenuta).
Poi si pone una domanda: la Vor der Leyen dov’era quando succedeva questo?”.

Le critiche di Orsini all’unione Europea

Dopo aver raccontato alcune vicissitudini del recente passato, fortunatamente finite bene, lancia una ulteriore critica all’Unione Europea: Gli Stati uniti pensano ai propri interessi, a salvare la vita degli americani e a proteggere il territorio nazionale”. E invece l’Europa? “Secondo voi è possibile affermare che l’Unione Europea sia un’organizzazione politicamente fallita?
Le ragioni di questa domanda trovano riscontro in queste osservazioni. “Nasce l’Unione Europea per non fare la guerra in Europa, ora l’Unione Europea regala le armi agli ucraini”.
Orsini in pratica ci sta dicendo che la stessa UE, nata per evitare la guerra, sta mettendo a repentaglio l’Europa stessa regalando le armi agli ucraini.

Poi ammette che già nel 2018 fu lui stesso ad avvisare la politica italiana sull’attuale scenario di guerra “Dov’era la Commissione europea quando era chiarissimo che Putin avrebbe sfondato il fronte? Io ho fatto un’audizione in Senato il 4 dicembre 2018, e queste cose io le ho dette”.
Infine lancia un’altra profezia, che stavolta la politica farebbe meglio ad ascoltare, su una imminente invasione di Putin in Georgia, dopo aver risolto la questione Ucraina.

“Se non capiamo questi passaggi fondamentali, non capiamo che sta per scoppiare un’altra guerra nella Georgia. Nel 2008 Putin ha fatto la stessa cosa che ha fatto nel 2014 in Ucraina. Ha creato due repubbliche indipendenti per proteggere il territorio nazionale, e noi, nel luglio del 2021, abbiamo fatto una gigantesca esercitazione militare della Nato nella Georgia”.
Questo ed altro nell’intervento del professor Orsini a Piazzapulita mostrato di seguito. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *