Menu Chiudi

Nuvaring: L’anello vaginale Anticoncezionale con gli effetti collaterali OMESSI….ATTENZIONE!!

anello vaginale

Al giorno d’oggi esistono vari contraccettivi utilizzati per evitare gravidanze o per curare problemi uterini legati a cisti e quant’altro.
[banner]L’elemento più utilizzato è la pillola anticoncezionale, ve ne sono vari tipo con dosaggi più e meno forti, ma esistono anche il cerotto, l’anello vaginale ecc.
E’ proprio l’anello vaginale il problema più grande che attualmente sta alzando un polverone assurdo. Soprattutto per quanto riguarda GLI EFFETTI INDESIDERATI CHE SONO STATI OMESSI ALL’INTERNO DEL BUGIARDINO!!

Nuvaring è un anello vaginale pubblicizzato come comodo. Esso dovrebbe essere il metodo più semplice e più comodo ma c’è qualcosa che non va!
SAPPIAMO TUTTO SU DI ESSO?

L’anello Vaginale andrebbe inserito nella cavità vaginale per tre settimane dunque per 21 giorni, per poi essere in modo tale da permettere la mestruazione. NuvaRing rilascia ogni giorno 120 µg di etonogestrel (un progestinico) e 15 µg di etinilestradiolo (un estrogeno). Ha un diametro di 54 mm e uno spessore di 4 mm, è flessibile, trasparente e quasi incolore.Grazie agli ormoni presenti nell’ anello vaginale il ciclo si arresta, questo perchè vi è un controllo ormonale che agisce nei confronti del cervello…Dunque una sorta di inganno, il quale credendo che sia in atto una gravidanza sospende l’ovulazione.

Questo anello vaginale è prodotto dall’ azienda farmaceutica Merck, ma nonostante un’ inizio rose…ora conta i suoi numerosi scheletri nell’ armadio. Le polemiche fioccano così come le accuse sulla sua eccessiva pericolosità, tra l’altro NON dichiarata!

Già nel sito ufficiale della Nuvaring leggiamo che non andrebbe usato da donne fumatrici oltre i 35 anni, cosa che però non tutti i ginecologi tendono a sottolineare alle loro pazienti intente ad utilizzare questi metodi contraccettivi.
Gli effetti collaterali più comuni rilevati sul 5-14% delle donne sotto Nuvaring sono:

vaginite (14.1%),
emicrania (9.8%),
disturbi respiratori alle vie aeree superiori (8%),
leucorrea (5.8%),
sinusite (6.7%),
nausea (5.2),
aumento di peso (4.9%).

La gravità maggiore sono le omissioni del foglio illustrativo: questo ciò che sostiene l’accusa nel processo all’ azienda farmaceutica in questione.
Uno degli avvocati, afferma che la Food and Drug Administration avrebbe voluto includere nel bugiardino la trombosi tra i rischi del medicinale, mentre la Merk avrebbe fatto pressione «affinché il bugiardino non parlasse chiaro».
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Il caso che ha fatto parlare è stato in particolare quello di una giovane ragazza: Erika Langhart, di soli 24 anni morta nello scorso 2011 per una importante embolia polmonare causata proprio dall’ utilizzo dell’anello anticoncezionale. Il suo caso ha aperto una polemica infinita che vede l’ anello in una bufera giudiziaria e non solo!

Lo scorso anno è giusta notizia che notizia che la Merk, casa produttrice di tale anticoncezionale, ha risarcito i casi consolidati con circa 100 milioni di dollari che la Merk ha pagato per rimborsare i danni causati da Nuvaring. Pensate che solo negli Usa sono 3.800.

Alla luce di tutto constatiamo che l’anello vaginale a rilascio ormonale non è altro che una alternativa alla pillola un po’ più comoda, ma che in sostanza non cambia quelli che sono danni e rischi causati dall’ utilizzo di ormoni steroidei: medicinali assai dannosi e potenzialmente pericolosi per la vita.

Dunque quando leggete il foglietto illustrativo non tralasciate nessuno dei possibili effetti collaterali presenti. Qualsiasi contraccettivo sia…
Face spesso controlli, periodicamente sottoponetevi ad analisi e visite ginecologiche perchè la vostra vita è sempre al primo posto! Non sottovalutate il problema…soprattutto se da qualche tempo avete qualche dolore o sintomo strano! La prevenzione è la soluzione ad ogni male…

FONTE:  http://www.losai.eu/nuvaring-lanello-anticoncezionale-di-facile-uso-ma-pericoloso/#sthash.C53OGgbB.dpuf

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *