Menu Chiudi

ATTENZIONE!Dal 3 novembre patente e libretto dovranno avere lo stesso intestatario!

novembre patente carta di circolazione libretto intestatario

ATTENZIONE!Dal 3 novembre se vi “beccano” a guidare un auto non intestata a voi,rischiate una multa fino a 705euro!Lo ha deciso il ministero dei trasporti.

Dal prossimo 3 novembre la mancata annotazione di determinate informazioni sulla carta di circolazione verrà pesantemente sanzionata. Il Ministero dei Trasporti attraverso la Circolare n.15513 del 10 luglio 2014 ha fornito una serie di chiarimenti in merito ad alcune disposizioni del Codice della strada che prevedono l’obbligo per i soggetti utilizzatori abituali dei veicoli di terzi, per periodi superiori a 30 giorni, di comunicazione finalizzata all’aggiornamento dell’Archivio Nazionale dei Veicoli e dei documenti di circolazione. Chi non provvederà, rischia una sanzione amministrativa di 705 euro fino al ritiro della carta di circolazione.
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

[banner]Questa norma sta creando panico e molta confusione tra gli italiani,i quali per una grossa percentuale conducono veicoli intestati a terzi,ma non è rivolta a tutti,sono esenti infatti i soggetti che hanno rapporti di parentela con l’intestatario del veicolo.

A fare chiarezza sulla norma è Maurizio Vitelli, direttore generale della Motorizzazione,il quale dichiara:

È importante precisare che la norma esclude tutte le situazioni in cui la natura dei rapporti intercorrenti tra proprietario del veicolo e soggetto che ne dispone abbiano rapporti di parentela” sottolinea Vitelli. “Quindi non riguarda, per esempio, il figlio che guida la macchina del padre o situazioni simili”. La norma non si applica anche in caso di “veicoli che rientrano nella fattispecie dei fringe benefit o delle vetture di servizio” mentre tra le categorie incluse, ci sono “le società di autonoleggio, i veicoli in comodato, quelli di proprietà di minorenni non emancipati ed interdetti, quelli messi a disposizione della pubblica amministrazione a seguito di una pronuncia giudiziaria”. In pratica, tutti quei casi, precisa il direttore generale della Motorizzazione, “in cui era necessario individuare uno strumento che permettesse l’identificazione certa del soggetto responsabile della vettura circolante e di eventuali violazioni al codice della strada e connesse sanzioni”. Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook
La norma è stata infatti emanata per contrastare le intestazioni fittizie in cui rientrano soprattutto i noleggiatori e la criminalità organizzata,la quale intesta auto a prestanome per effettuare furti,omicidi ecc.

Fonti: http://motori.fanpage.it/patente-e-carta-di-circolazione-dal-3-novembre-dovranno-avere-lo-stesso-intestatario/

http://motori.fanpage.it/patente-e-libretto-con-lo-stesso-intestatario-la-motorizzazione-chiarisce-i-dubbi/

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *