Menu Chiudi

I “Forconi” si starebbero riorganizzando:”Dite a Renzi che stavolta non ci fermeremo”

movimento dei forconi

Il Movimento dei Forconi si starebbe riorganizzando:”Stavolta non ci fermeremo come successe nel 2012″.A rivelarlo è il sito siciliano  Ragusatg.it.Dettagli

Il Movimento dei Forconi parteciperà proprio oggi ad un incontro  col Sottosegretario all’Agricoltura Olivero in una frazione in provincia di Ragusa, dove comunicherà la ripresa della loro attività di protesta:”Dite a Renzi che stavolta non ci fermeremo”.

Ecco cosa ha dichiarato il movimento alla testata giornalistica locale siciliana Ragusa TG:

[banner]<<Questa volta non ci fermeremo dietro al portone, questa volta se il popolo degli schiavi del ventunesimo secolo dice di si, l’assalto alla Bastiglia si farà, la storia dovrà obbligatoriamente ripetersi E LO FAREMO CONVINTI COME SIAMO CHE IL POPOLO SICILIANO CI DARA’ UNA MANO PER LIBERARCI DA QUESTA CLASSE POLITICA CHE CI HA DISTRUTTO LA VITA E TENTA ANCORA DI PRENDERCI PER I FONDELLI. Non riusciranno a fermarci, abbiamo un conto aperto dal 6 Marzo 2012, quando sbagliammo maledettamente nel momento in cui cademmo nel tranello dei tavoli. Sono passati quattro anni, migliaia di persone hanno perso tutto e altri decine di migliaia oggi subiranno la stessa sorte, la situazione è peggiorata a dismisura. Il Governo centrale addirittura, spinge l’acceleratore sulle procedure esecutive a carico di famiglie la cui colpa è solo quella di non avercela fatta a contrastare la guerra commerciale in cui ci hanno catapultato. Lunedì 21 marzo siamo stati invitati dalla Senatrice Venerina Padua a partecipare al dibattito col Sottosegretario all’Agricoltura Olivero alle 17,30 al mercato ortofrutticolo di Donnalucata. Ci saremo e chiederemo all’esponente del Governo di comunicare al Presidente del Consiglio che i Forconi si stanno organizzando per reagire come reagiscono regolarmente quei popoli che non dipendono ne dagli ottanta euro ne dall’informazione controllata, specie quando è palese l’attacco ai più deboli in favore dei potenti. Lunedì cominceremo a scaldare gli animi di chi non aspetta altro. Non se ne può più e non è una frase fatta. Il tempo è scaduto da quattro anni.>>

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *