Menu Chiudi

Mario Giordano: per i profughi no e per gli italiani si? Il Green Pass non ha più senso di esistere

Il conduttore televisivo Mario Giordano, durante l’ultima puntata della trasmissione Fuori Dal Coro, in onda su Rete 4, si è espresso in merito all’obbligo del certificato verde per gli italiani, ma non obbligatorio per i profughi di guerra arrivati dall’Ucraina. Un vero paradosso all’italiana. Ecco le sue parole.

Mario Giordano su obbligo green pass per i profughi ucraini
Mario Giordano su obbligo green pass per i profughi ucraini

Noi abbiamo accolto i profughi di guerra, e giustamente non è che gli si piò chiedere il green pass per metterli negli hotel. Sarebbe una cosa folle. Questo però ci fa capire che è folle anche per gli italiani, che devono possederlo per andare negli hotel e ristoranti, è una follia. Con tutto quello che sta succedendo noi siamo ancora fermi al green pass. E’ giustissimo non chiedere il certificato verde ai profughi, ci mancherebbe! 

Anche perché solo il 35% degli ucraini lo possiede. Se un ultra 50enne ucraino non possiede il green pass, cosa facciamo lo rimandiamo sotto le bombe? Certamente NO! Ma allora perché per gli italiani è obbligatorio, perché molti (a causa di questa legge) sono rimasti senza lavoro? Perché arrivati a questo punto non si abolisce? Basta certificato verde! La vicenda dei profughi ci dimostra che questa legge non ha più senso di esistere, e dovrebbe essere abolita” conclude Giordano.

Di seguito l’intervento a riguardo di Mario Giordano, in diretta Tv, nella trasmissione Fuori Dal Coro. Buona visione.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *