Menu Chiudi

8 incidenti stradali su 10 causati da distrazione da smartphone.E in UK danno l’ergastolo a chi lo usa in auto

incidenti stradali causati da smartphone

Lo smartphone ormai è diventato una specie di “protesi”da utilizzare in ogni situazione.Il suo utilizzo in auto provoca l’ 80% degli incidenti stradali. E nel Regno unito propongono l’ergastolo per chi ne fa uso.

Il fenomeno dell’uso del cellulare al volante rappresenta un grande problema per la sicurezza stradale di tutti, compreso di chi ne fa uso.
Una bruttissima abitudine questa che sta facendo registrare un vero e proprio boom di incidenti stradali dovuti ad essa.

Mentre si guida si mandano sms, si controlla la posta, si fanno selfie e si chatta sui social network. Ognuna di queste attività equivale a guidare alla cieca, come fossimo bendati, per almeno 10 secondi. In quel lasso di tempo, a 40 chilometri all’ora, si percorrono almeno 110 metri, in cui può succedere di tutto.

Oltre a distrarsi e distogliere lo sguardo dalla strada, quando si usa il cellulare si leva una mano dal volante limitando così anche la mobilità dell’altra, per la posizione scomoda della spalla. Inoltre il guidatore che usa il cellulare tende spesso a rallentare, in modo eccessivo e repentino, valuta approssimativamente le distanze di sicurezza, reagisce meno prontamente ai cambiamenti di velocità dell’eventuale veicolo che precede, tende ad usare di meno gli specchietti retrovisori.

Tutti fattori che stanno portando all’ incremento esponenziale in Italia, e non solo, di incidenti stradali e investimenti di pedoni. Sono moltissimi infatti, i verbali con la voce “distrazione alla guida” compilati dalle forze dell’ordine in seguito ad un incidente.

Ad annunciare il dato allarmante a riguardo, è il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, intervenendo all’incontro con la stampa dell’UNRAE, associazione italiana delle case automobilistiche estere. Queste le sue parole:

“L’80% degli incidenti stradali gravi derivano dall’utilizzo del cellulare alla guida –In media muoiono dieci persone al giorno in Italia per incidenti automobilistici, dobbiamo mettere in campo azioni nuove, fare qualcosa di innovativo”.

In Gran Bretagna invece si passa subito ai fatti. In una proposta di legge sostenuta dal ministro dei trasporti, Chris Grayling, viene introdotto il carcere a vita per chi viene riconosciuto colpevole di guida pericolosa a causa di distrazione e abbia procurato la morte di altre persone.

Una proposta per contrastare il fenomeno dell’ uso dello smartphone in auto. Se diventasse legge infatti, potrebbe rischiare l’ergastolo chi, guidando mentre parla al telefonino, provoca incidenti mortali.

 Copyrighted.com Registered & Protected ZESD-G5WF-F2IG-3KOL

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *