Menu Chiudi

Il bluff dei nuovi positivi, il vero motivo per cui aumentano i contagi

La curva dei contagi non cresce più e gli allarmisti raddoppiano i tamponi per trovare positivi!

Dopo due giorni di crollo dei contagi, gli allarmisti hanno fatto di tutto per far tornare la curva a salire e per riuscirci hanno addirittura
quasi raddoppiato il numero dei tamponi, passando da 30.000 a 53.000. Tuttavia, sono riusciti a scovare appena 83 nuovi positivi rispetto ai 320 di ieri per un totale di 403 casi. I deceduti sono stati 5 (uno più di ieri). I ricoveri sono saliti di una decina unità (nessuno dei quali, però, in terapia intensiva). Sta di fatto comunque che la crescita dei casi si è arrestata.

contagi covid-19

Nella scorsa settimana, infatti, era passata da una media di 180 casi al giorno fino ai 629 di Ferragosto. L’aumento era stato determinato in parte dal conteggio, nei positivi, degli immigrati distribuiti un po’ ovunque nelle regioni ed in parte dai giovani che, tornando dall’estero in vacanza, si sono dovuti sottoporre a tampone. Quest’ultima circostanza è stata sfruttata dalla solita propaganda terroristica per sostenere che l’età media dei positivi si sarebbe abbassata colpendo i giovani.

Una stupidaggine dato che il coronavirus ha colpito, fin dal principio, tutte le fasce di età. All’inizio tuttavia l’attenzione era dedicata principalmente per gli anziani che manifestavano sintomi, mentre i più giovani guarivano da soli, a volte senza neppure avere consapevolezza della patologia che per loro si risolveva in una banale influenza. Il Veneto è la regione con il più alto tasso di positivi (60) dato che in essa si trova il maggior numero di migranti infetti provenienti da Lampedusa.

Il numero dei contagi continuerà a scendere quando saranno completati tutti i test con tampone per coloro che sono di ritorno dall’estero per le vacanze. C’è da rilevare però che i media continuano a trattare i contagi odierni come se fossero casi gravi e tali da richiedere l’ospedalizzazione. Una chiara mistificazione della realtà, che dimostra quanto sia palese la volontà di diffondere una informazione artefatta al pubblico, che deve essere indotto a credere che il coronavirus sia ancora pericoloso.

Mondo Today

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *