Menu Chiudi

Guerra Ucraina: jet Eurofighter italiani a 20 miglia dal confine

Russia ed Ucraina sono arrivati al ventunesimo giorno di guerra e la situazione, malgrado lo spiraglio delle trattative, si fa sempre più tesa. più passano i giorni senza raggiungere un accordo che porti ad un cessate il fuoco, più si alimenta il rischio che il conflitto possa allargarsi nel resto d’Europa. Anche se ieri il presidente ucraino Zelensky ha annunciato che il suo Paese non entrerà nella Nato, cosa gradita a Putin, il resto d’Europa, Italia compresa, ressa in uno stato di massima allerta in quanto lo scenario che potrebbe profilarsi in futuro resta ancora imprevedibile.

Generale Luca Goretti e Vladimir Putin
Generale Luca Goretti e Vladimir Putin

Per questo motivo anche il resto d’Europa prende autonomamente le proprie decisioni su come muoversi, sia per la sicurezza dei Paesi europei sia per scongiurare l’allargamento del conflitto. L’Italia dal canto suo sta per fare una mossa da non poco conto.
Come riportato da Rai News, Il  capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, il generale Luca Goretti, ha da poco dichiarato alle commissioni Difesa:

«Ho autorizzato il raddoppio dei nostri Eurofighter in servizio con la Nato in Romania siamo a meno di venti miglia dal confine ucraino. Dobbiamo prestare attenzione nella nostra attività di difesa aerea: basta niente per sconfinare e trovarci in guerra. Per questo dico ai miei equipaggi che mai come ora ogni cosa deve essere fatta secondo le regole. Non bisogna mai farsi prendere dalla foga di vedere cosa c’è. Potrebbero esserci tentativi di farci entrare in territorio ucraino e sarebbe la fine».

Il generale quindi raddoppia i caccia italiani in servizio per la Nato in Romania vicino al confine ucraino per rafforzare la sicurezza, ma allo stesso tempo raccomanda ai piloti di non sconfinare per nessun motivo, in quanto la semplice entrata in Ucraina, anche solo per sbaglio, potrebbe portare a conseguenze catastrofiche. Potrebbe dare ai russi l’occasione per allargare il conflitto in Europa.

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *