Menu Chiudi

Guarisce dalla Leucemia grazie ad una cura ancora mai testata sull’ uomo! LA STORIA

Guarisce da Leucemia Con questo articolo non diamo false aspettative e non suggeriamo nulla di stravagante. Cerchiamo solo di mettervi avanti ad una realtà che riguarda una storia vera, per di più finita nel migliore dei modi. Si tratta comunque di una terapia rivoluzionaria che è riuscita a salvare la piccola Layla, affetta da leucemia e ormai considerata quasi senza speranza dalla medicina odierna Layla Richards è la bimba di appena un anno alla quale appena nata avevano diagnosticato un tumore al sangue. Si trattava leucemia molto aggressiva tanto che per i medici non c’era più nulla da fare. Come afferma anche il giornale IL MATTINO :

“Questo è il primo sorprendente caso al mondo, annunciato dai medici del Great Ormond Street Hospital di Londra e sarà descritto al prossimo meeting della Società americana di ematologia (Ash), in programma dal 5 all’ 8 dicembre a Orlando, in Florida. Oggi, grazie ad una Terapia genica fino ad ora mai testata sull’uomo, Layla non presenta più tracce del tumore.”
Il sorprendente risultato ottenuto è stato il frutto di una efficiente collaborazione con la compagnia biotecnologica Cellectis. La metodica dell’etiding genetico, che utilizza ‘forbici molecolari’ per modificare il Dna, è stata applicata ad un donatore sano per la produzione di linfociti “T” ogm, modificati per uccidere solo ed esclusivamente le cellule tumorali e per essere ininfluenti alle pesanti terapie somministrate al paziente. Questo tipo di cellule è stato iniettato a Layla, la quale poi è stata sottoposta ad un secondo trapianto di midollo, in modo tale da consentire al suo organismo di sviluppare nuovamente un buon sistema immunitario.
La leucemia linflobastica, oggi, è guaribile all’ 85% dei casi, ma Layla presentava una forma della patologia talmente aggressiva, che le possibilità di sopravvivere erano ben poche. Per poter ritenere GUARITA AL 100% la piccola Layla dovranno attendere i 2-3 anni di vita.
E’ davvero una notizia buona che lascia presagire nuovi scenari e nuove cure efficaci per questa malattia! FONTI E RIFERIMENTI: http://scienzenotizie.it/ http://www.ilmattino.it/]]>

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *