Menu Chiudi

Ecco i rimedi naturali “della nonna” per combattere la forfora una volta per tutte.

forfora

Hai la forfora?Inutile combatterla con prodotti chimici (shampoo) nocivi e costosi,anche perchè l’effetto è temporaneo.Ecco come eliminarla in modo naturale.

Ahi, la forfora! Nemica giurata di donne e (soprattutto) degli uomini, appare all’improvviso nei momenti meno indicati, pronta a rovinare la nostra bella giacca scura. Ci scherziamo su, vero, ma la forfora è un disturbo del cuoio capelluto piuttosto frequente e comune, maggiormente presente negli individui di sesso maschile a causa degli ormoni. La buona notizia è che non è una patologia grave e che anzi, con alcune attenzioni e i rimedi giusti, può essere tenuta sotto controllo o addirittura eliminata del tutto.

In tutti gli individui si verifica un naturale ricambio delle cellule del cuoio capelluto, che porta a una desquamazione e alla formazione quotidiana di piccoli aggregati cellulari invisibili agli occhi. Quando il ricambio avviene molto più velocemente rispetto alla normalità, si haun’eccessiva desquamazione che dà vita alla forfora: squame biancastre di notevoli dimensioni, localizzate a chiazze e presenti su tutto il cuoio capelluto. Generalmente, la forfora è accompagnata anche da prurito e arrossamenti della pelle.

Esistono due tipi diversi di forfora: la forfora secca e la forfora grassa.

[banner]Nel primo caso, ci troviamo di fronte a sottili squame biancastre e a un cuoio capelluto tendente a irritazioni. In genere non comporta eccessivo prurito e sembra essere un fenomeno più frequente nei mesi invernali. Dipende anche molto dal livello di stress dell’individuo che può aggravare la produzione di sebo.

La forfora grassa, invece, si presenta sottoforma di squame più grandi, giallastre e unte che continuano ad aderire al cuoio capelluto. In genere, è accompagnata da una lieve dermatite seborroica, perciò comporta un fastidioso prurito generalizzato, oltre a una tendenza a far cadere i capelli.

La forfora, cause e tipologie

Come capire se si ha la forfora? Beh, è molto semplice, in quanto il cuoio capelluto, squamandosi, comincia a produrre una antiestetica “polverina” di colore chiaro, quasi bianco, che si attacca ai capelli alla radice (nel caso di forfora grassa) oppure ricade sulle spalle (nel caso di forfora secca).

Solitamente colpisce in maggioranza gli uomini, ma anche le donne, e può essere causata da vari fattori, come ad esempio:

    • cute secca
    • stress
    • alimentazione errata
    • dermatite seborroica
    • scarsa igiene del cuoio capelluto
    • eczema
    • dermatite da contatto
    • allergie a particolari prodotti per capelli
    • malassenzia
    • psoriasi
    • morbo di Parkinson: non si conosce bene il motivo, ma i soggetti affetti da questo morbo sono afflitti da forfora.

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

A darci una mano nella nostra battaglia contro la forfora, però, possono contribuire anche una serie di rimedi naturali. Eccone alcuni.

Olio di oliva e limone La prima soluzione proposta è creare un impacco casalingo formato da 2 cucchiai di olio di oliva, 2 di succo di limone e 2 di acqua. L’olio dona nutrimento e forza al cuoio capelluto, il lone, invece, ci aiuta a liberarci delle squame secche della forfora. L’impacco deve essere applicato sui capelli umidi, prima dello shampoo, e lasciato in posa per 30 minuti.

Olio di Tea Tree Come abbiamo già avuto modo di vedere, l’olio di tea tree può essere un perfetto alleato contro la forfora e la psoriasi, questo grazie alle sue proprietà antibatteriche, antifungine e normalizzanti del sebo. Basta aggiungerne qualche goccia dentro il nostro shampoo.

Aceto di mele Tra le mille virtù dell’aceto di mele, troviamo anche la capacità di combattere la forfora, questo anche perché stimola l’irrorazione sanguigna dei capillari sottostanti l’epidermide. Un possibile tonico antiforfora può essere realizzato utilizzando ½ litro di acqua bollente, mescolato con 4 cucchiai di foglie di ortica essiccate. Dopo aver lasciato marinare l’infuso per alcune ore, aggiungete mezzo bicchiere di aceto di mele. Il tonico deve essere applicato sui capelli ogni notte, risciacquando al mattino, fino a quando non vedrete diminuire il problema.

Argilla Anche l’argilla risulta essere un’ottima soluzione contro i problemi di forfora. Soprattutto l’argilla verde, che, se mescolata con acqua, può essere utilizzata per creare un composto pastoso da lasciar agire sui capelli per un trentina di minuti. L’argilla verde è indicata per chi ha i capelli grassi. Chi invece ha i capelli secchi può utilizzare l’argilla bianca. Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook
Henné neutro Come abbiamo visto quando abbiamo parlato dei diversi tipi di henné e delle loro proprietà, anche l’henné neutro può essere una soluzione al problema della forfora e dei capelli sfibrati. Si può decidere di preparare un impacco utilizzando solo polvere di henné e acqua calda, o aggiungere qualche goccia di olio essenziale che, con le sue proprietà, possa aumentare l’azione del composto. Da applicare sui capelli, circa un’ora prima dello shampoo.

Barbabietola rossa Succo di barbabietola rossa e aceto. No, non è un ingrediente per un’insalata, ma un altro rimedio naturale contro la forfora! Oltre a questo miscuglio, la barbabietola può essere utilizzata anche come decotto da applicare sul cuoio capelluto, mezz’ora prima dello shampoo. Basta portare a ebollizione delle radici di barbabietola in acqua, filtrarle e lasciarle raffreddare, prima dell’applicazione.

Aloe vera Ecco infine il nostro ultimo rimedio naturale contro la forfora: l’aloe vera. Il gel di aloe vera è particolarmente indicato per combattere la forfora grassa, perché contrasta il prurito, spesso molto fastidioso. Va applicato sul cuoio capelluto prima dello shampoo, con dei massaggi circolari, lasciando che agisca per più tempo possibile.

Per diminuire i fastidi legati alla comparsa della forfora, esistono veramente tantissimi rimedi naturali e oli essenziali, come quelli di rosmarino, bardana e jojoba che regolano la produzione di sebo. La cosa essenziale, comunque, è prestare attenzione che i prodotti scelti per la bellezza dei nostri capelli non contengano agenti chimici e aggressivi. In secondo luogo, è necessario curare l’alimentazione, cercando di consumare cibi che contengano fibre, antiossidanti e vitamina B6. Al contrario, va ridotto il consumo di cibi grassi, carboidrati e alcool che invece tendono a favorire la comparsa di questo fastidioso problema.

Fonti: http://comefare.com/come-eliminare-la-forfora-grassa-e-secca-dai-capelli-modo-naturale/

http://ambientebio.it/7-rimedi-naturali-per-combattere-la-forfora/

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *