Menu Chiudi

Perchè abbiamo questa attitudine a seguire la massa senza il coraggio di distinguerci?L’esperimento di Asch lo dimostra..Fatelo anche voi.VIDEO

esperimento di Asch

Perchè siamo un branco di pecore?Perchè abbiamo questa attitudine a seguire la massa senza il coraggio di distinguerci?L’esperimento di Asch lo dimostra.

Nel 1956 un esperimento era destinato a rivelare uno dei comportamenti più strani della razza umana. “Seguire la massa” o “seguire il gregge” non solo solo dei modi di dire, ma dei veri e propri comportamenti sociali presenti in molti di noi e che ci costringono anche a sbagliare pur di rimanere uniformati al gruppo.

E’ Solomon Asch, psicologo statunitense di origine polacca, che condusse questo  esperimento, divenuto in seguito un classico, finalizzato allo studio dei fenomeni di conformità sociale. L’ipotesi di Asch è che l’appartenenza a un gruppo porta a modificare il proprio comportamento, i propri giudizi e, in una certa misura, le proprie percezioni per conformarsi alle aspettative del gruppo.

Asch prese 8 soggetti, di cui 7 complici e 1 ignaro, e gli mise davanti due cartelli. Nel primo cartello vi era una linea di una certa altezza e nel secondo cartello varie linee di diversa altezza, di cui una sempre uguale a quella del primo cartello.

Ognuno degli intervistati doveva dire, al proprio turno, quale linea del secondo cartello era uguale a quella del primo cartello. L’esercizio era abbastanza facile e all’inizio tutti i complici erano d’accordo nel dare la risposta giusta.

Esperimento Di Asch

[banner]Si trattava semplicemente di trovare la linea nel secondo cartello uguale alla linea del primo cartello.

Il bello però arrivò quando i complici (7 degli 8 soggetti) si misero d’accordo in segreto per dare una risposta chiaramente sbagliata. Come si sarebbe comportato l’unico ignaro, accortosi dell’incongruenza?

Guarda l’esperimento in questo video e capirai
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Quindi l’unico soggetto ignaro, pur di conformarsi con il gruppo ha dato la risposta errata.

L’origine del conformismo risiede molto spesso nella radice animale dell’essere umano che attinge le sue paure dalla solitudine fuori dal branco.

Il conformismo e il suo oscuro potere ha un’influenza spropositata su tutti noi… è l’effetto gregge che ci coinvolge sistematicamente, un meccanismo di cui spesso e volentieri diventiamo protagonisti.

Dai, non tiriamola tanto per le lunghe e ammettiamo che noi esseri umani siamo dei conformisti naturali! Ci copiamo nel vestire, nei modi di parlare, negli atteggiamenti e nel modo di pensare, spesso facendolo in modo automatico. Il conformismo nel modo di pensare lo applichiamo senza pensarci.

Ma esattamente fino a che punto il conformismo in cui ci facciamo coinvolgere “manipola le nostre menti”? Possibile che siamo disposti a negare l’evidenza pur di essere conformi alle altre persone, al gruppo? Perchè adottiamo questo comportamento?
La spiegazione sta nel fatto che noi esseri umani siamo creature socievoli ed è molto più importante stare in armonia con il gruppo (da cui otteniamo vari benefici come protezione e compagnia) che avere ragione su tutto.

Il problema più grande è però che molto spesso il potere approfitta della nostra capacità di conformarci alla massa per fare di noi ciò che vuole, per farci credere ciò che vuole per mezzo dei media, che  stimolano le nostre paure per uniformarci.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *