Menu Chiudi

Elon Musk: numero morti da Covid gonfiato? “Sgarbi ha ragione”

Elon Musk Sgarbi morti coronavirus gonfiati

Elon  Musk in un suo tweet esprime la sua approvazione nei confronti di un politico italiano e quel politico è Vittorio Sgarbi, il quale ha messo in discussione il numero di morti per coronavirus in Italia.

Vittorio Sgarbi ha fatto un intervento alla Camera che ha suscitato non poche polemiche diventato poi virale in quanto unica voce controcorrente del panorama politico italiano sulla pandemia in corso:
Non dite anche qui 25 mila morti, non è vero! Non usate i morti per retorica e per terrorismo. I dati dell’Istituto superiore di Sanità dicono che il 96,3% dei morti sono morti per atre patologie! Proprio perchè la verità è la cosa più importante diamo i numeri reali, non dobbiamo mentire. Abbiamo chiuso il 60% delle nostre imprese- non possiamo applicare norme comunitarie in zone dove l’epidemia ha risvolti diversi l’una dall’altra“.

Sgarbi a Montecitorio ha sottolineato come, citando dati dell’Iss, dei 25.000 morti in Italia a causa del coronavirus la quasi totalità di questi presentava già più patologie e quindi potevano essere ricondotti anche ad altre cause. Per questo secondo il deputato i numeri finora dati agli italiani relativi ai morti per coronavirus sono stati palesemente gonfiati, sostenendo che se qualcuno muore per qualche motivo è marcato come decesso Covid e quindi, secondo lui, i dati sono falsati.

L’intervento in questione è stato ripreso su twitter da un utente americano che lo ha sottoposto ad Elon Musk taggandolo in questo tweet:
Questo politico italiano spiega cosa Elon Musk, io e molti altri stiamo dicendo la verità. Anche Birx e funzionari sanitari lo ammettono. I numeri sono notevolmente gonfiati! Guardate!“.

 

Ed Elon Musk ha condiviso il tweet scrivendo “He’s right“, cioè “Ha ragione”  sposando in questa maniera la tesi di Vittorio Sgarbi che da tempo sta sminuendo quella che per lui sarebbe la reale portata di questa crisi sanitaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *