Menu Chiudi

Quando compri un dentifricio sai a cosa guardare?Ecco gli ingredienti tossici da evitare

dentifricio

Quando si compra un dentifricio basterebbe leggere l’etichetta sul retro per accorgerci della tossicità o meno del prodotto.Ecco gli ingredienti da evitare.

I dentifrici tradizionali sono pieni di tossine che fanno sembrare i denti belli e puliti, mentre erodono lentamente lo smalto e le gengive. I dentifrici sbiancanti sono altamente tossici per la bocca. Tutti i marchi tradizionali e molti dei marchi ‘naturali’ aggiungono sostanze chimiche che nessuno ingerirebbe consapevolmente, eccezion fatta per il fluoruro, un noto cancerogeno e neurotossina che siamo stati indotti a credere sia buono. Se stai cercando un dentifricio completamente naturale, qui c’è una lista di ingredienti da evitare: 1 TRICLOSAN Il triclosan è usato nei prodotti per la cura della pelle, nei deodoranti, nei detersivi per il bucato, nei materassi, negli impianti sanitari, nei disinfettanti per le mani, nei dentifrici, e altri. Questo prodotto chimico ha potenti proprietà antibatteriche e fungicida, ma è stato anche collegato a molti problemi di salute. Il triclosan ostacola la tiroide, probabilmente è un interferente endocrino e potrebbe causare il cancro. Il triclosan è usato in alcuni dei più noti dentifrici. 2 LAURILSOLFATO DI SODIO Un ingrediente comune nei dentifrici, che probabilmente aumenta il rischio di cancro: il laurilsolfato di sodio (SLS), è un tensioattivo che aiuta ad addensare il dentifricio e ha un effetto schiumogeno. Si dice che il SLS aiuti a dissolvere la placca dentale. È un noto irritante per la pelle, inquina le acque di falda, è tossico per pesci e altri animali acquatici, è usato come pesticida ed erbicida per uccidere piante e insetti. I produttori di SLS hanno recentemente presentato domanda per far approvare la sostanza chimica come pesticida per l’agricoltura biologica; fortunatamente la domanda è stata rigettata a causa delle sue proprietà inquinanti e la capacità di causare danni ambientali. Anche il processo produttivo è altamente inquinante in quanto sono immessi nell’ambiente composti organici volatili che provocano il cancro e composti a base di zolfo. Sono stati condotti molti studi che mostrano come il SLS può concorrere al cancro, a problemi dentali e gengivali, ulcere e molti altri problemi di salute. 3 ASPARTAME, SACCARINA Questi sono dolcificanti artificiali che spesso sono impiegati nei dentifrici e in molti prodotti senza zucchero. Entrambi sono stati collegati a seri problemi di salute e dovrebbero essere evitati. 4 FLUORURO Il fluoruro è un interferente endocrino che calcifica la ghiandola pineale e può ridurre la funzione della tiroide e della ghiandola surrenale. Il fluoruro aumenta il rischio di cancro, causa danni al DNA, disattiva enzimi all’interno del corpo, accelera l’invecchiamento, disturba il sistema immunitario; dovrebbe essere evitata sia nei dentifrici sia nell’acqua. Si parla molto della Germania nazista che avrebbe usato il fluoruro per calmare gli Ebrei, ma non posso confermarlo. Se hai delle fonti attendibili su questo, per favore lascia un commento. 5 GLICOLE PROPILENICO Il glicole propilenico è un tipo di olio minerale. È un alcol prodotto grazie alla fermentazione di lievito con alcuni carboidrati. Esistono diversi tipi di glicole propilenico, usati in diversi ambiti. Quello industriale è un ingrediente attivo nei liquidi di raffreddamento e antigelo per motori, prodotti antigelo per aeroplani, vernici, smalti, lacche. Quello farmaceutico è usato in molti prodotti, tra cui i dentifrici, come solvente o tensioattivo. Non sono stai condotti test adeguati con il glicole propilene, ma l’Agenzia per la protezione dell’ambiente lo ritiene così altamente tossico che dovrebbe essere maneggiato con guanti, abbigliamento protettivo e occhiali di protezione e dovrebbe essere smaltito propriamente. In verità è anche vero con la maggior parte di altri prodotti chimici usati nei dentifrici e nei prodotti per la cura del corpo, e molti ingredienti alimentari. Ovviamente, se vuoi una bocca sana, non mettere prodotti chimici sullo spazzolino. Virtualmente risultano sempre problematici nel lungo termine. 6 GLICERINA In se stessa la glicerina non è tossica. Il problema è che la glicerina, quando strofinata sui denti, lascia un residuo difficile da rimuovere. Puoi sciacquare la bocca due o tre dozzine di volte per rimuoverla. Calcio e fosforo, minerali di cui hanno bisogno i denti, di norma presenti nella saliva, scorrono continuamente sui denti. I residui di glicerina impediscono questo flusso naturale, il processo naturale di demineralizzazione e mineralizzazione. Questo accelera la carie e altri problemi dentali. 7 DIETANOLAMMINA La dietanolammina (DEA) è presente in prodotti che producono schiuma, come i dentifrici. La DEA disturba gli ormoni e forma nitrati che potrebbero portare al cancro. Il dottor Samuel Epstein, professore di salute ambientale all’Università dell’Illinois, afferma che la continua esposizione alla pelle potrebbe portare a un aumento del rischio di cancro al fegato e ai reni. 8 SORBITOLO Il sorbitolo è usato come addensante e umidificante per far si che il dentifricio non si indurisca quando il tubetto è aperto o è esposto all’aria. Il sorbitolo è un alditolo (simile allo xilitolo) usato per dolcificare alcuni “cibi sani”. Alcuni ricercatori hanno scoperto recentemente che il sorbitolo nelle gomme da masticare può causare diarrea cronica. Poche ricerche sono state condotte su questo prodotto chimico. 9 MICROSFERE Il polipropilene, il polietilene tereftalato, polimetilmetacrilato sono piccole particelle di plastica incluse nei dentifrici come abrasivi. Mentre queste piccole microsfere di plastica possono aiutare a rimuovere la placca, danneggiano lo smalto e si incastrano nei tessuti molli gengivali. Per peggiorare le cose, assorbono sia i batteri sia le sostanze chimiche industriali e si crede sia un interferente endocrino. CONCLUSIONE Non comprare marche con gli ingredienti sopramenzionati. Non dovresti fidarti di un marchio contenente uno qualunque di questi ingredienti. Prova un dentifricio cento per cento naturale; potresti scoprire che ti piace come altri. Oppure fanne uno! Ecco una ricetta semplicissima:
  • Parti uguali di olio di cocco e bicarbonato
  • Aggiungere olio essenziale per il gusto (mi piace la menta)
  • E la stevia (se lo desideri) per il gusto
  • Aggiungere un pizzico di sale marino non raffinato per un concentrato di minerali.
Di Michael Edwards  per  Organic Lifestyle Magazine Traduzione a cura di : http://epochtimes.it/]]>

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *