Menu Chiudi

D’alema: Mes? Non abbiamo dato soldi alla Grecia ma alle banche tedesche

Vi mostriamo un estratto di D’alema del 2015, nel periodo in cui la Grecia versava in una condizione economica disastrosa ed ebbe il bisogno di fare ricorso al famigerato fondo Salva Stati.

D'alema e la truffa del MES

A rilanciare questo video sui social recentemente è stata Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia):

Nel 2015 D’Alema spiegava la distorsione di un sistema con moneta unica ma diversi tassi di interesse sul debito degli Stati e la truffa del Fondo salva Stati, che ora vorrebbero ulteriormente modellare sulle esigenze delle banche tedesche. Così magari lo capisce anche il Pd“, scrive la Meloni.

Queste sono le parole di D’Alema sul Mes che parla come un sovranista di moneta unica e di fondo salva stati, che a quanto si evince dalle sue parole, giudicava una truffa.

Di seguito, l’intervento integrale di Massimo D’Alema:

Le faccio un esempio per capire cosa succede. Moneta unica, ma differenti livelli di competitività e forza economica: in Germania il costo del denaro è bassissimo, l’interesse è negativo. Le banche tedesche raccolgono denaro dai risparmiatori tedeschi, comprano i titoli della Grecia, che paga il 15% di interessi perché è un paese a rischio, e guadagnano una montagna di soldi.

Cosa accade? Da un paese povero come la Grecia enormi risorse si trasferiscono verso un Paese ricco come la Germania attraverso la differenza dei tassi d’interesse. Il paese povero si impoverisce sempre di più, quello ricco si arricchisce sempre di più. Quando il Paese povero non è più in grado di pagare i debiti arrivano gli aiuti europei: abbiamo dato alla Grecia 250 miliardi di euro ma non per le pensioni, ma per pagare gli interessi alle banche tedesche, francesi e molto parzialmente italiane.

220 miliardi dei 250 miliardi di aiuti sono andati direttamente alle banche tedesche, francesi e italiane. In realtà quando si dice che paghiamo le pensioni dei greci è falso, noi paghiamo le banche tedesche. Di questi soldi i greci non ne sentono neanche l’odore. Questo meccanismo non può reggere a lungo.

Di seguito mostriamo l’intervento di Massimo D’alema. Buona visione.

Cosa ne pensi di questo intervento di Massimo D’Alema? Diccelo nei commenti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *