Menu Chiudi

Coronavirus: Primo caso confermato ufficialmente in Germania

Ora è ufficiale: il coronavirus cinese si sta diffondendo anche in Europa. A confermarlo è un altro caso riguardante un paziente contagiato in Germania.

coronavirus nuovo caso in Germania
Photo credit: ticinonews.ch

A dare la notizia sono stati gli stessi media tedeschi, tra i quali il  Suddeutsche Zeitung, citando il portavoce del ministero della Sanità della Baviera che ha dichiarato:
Un uomo della zona di Starnberg è stato infettato dal coronavirus e posto sotto controllo medico in isolamento – Ora è sotto stretta osservazione e in buone condizioni mediche“.
Si tratta di un imprenditore rimasto contagiato dal contatto con un’ospite cinese ricevuta nella sua impresa. Pertanto i parenti del paziente e tutte le persone con cui è entrato in contatto negli ultimi giorni sono stati informati dei sintomi che possono comparire in caso di contagio e delle precauzioni igieniche da adottare.

Come si è potuto apprendere dai casi accaduti in Cina e dalle analisi mediche, questo nuovo virus ha un periodo di incubazione dove non si manifestano sintomi particolari, per poi manifestarsi tramite: febbre, tosse secca, mal di gola e difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

La Germania ha poi invitato i suoi cittadini a evitare viaggi “non essenziali” in Cina. Berlino sta inoltre prendendo in considerazione una “possibile evacuazione” dei suoi cittadini dalla zona di Wuhan (epicentro del coronavirus).

La Germania diventa così il secondo paese in Europa ad essere colpito dal coronavirus, dopo tre casi di contagio in Francia già confermati nei giorni scorsi.
Per quanto riguarda il resto del mondo, otto sono i casi sono segnalati in Thailandia, altrettanti a Hong Kong. Altri cinque sono registrati in Usa, come in Australia, a Taiwan, a Macao; quattro in Giappone, così come a a Singapore, in Malesia; sempre tre sono in casi in Corea del sud, due in Vietnam, uno in Canada e in Nepal.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *