Menu Chiudi

Coronavirus. Conte: “vaccino fondamentale per la sicurezza globale. 287 milioni a GAVI”

conte vaccini fondamentali coronavirus

Come riportato da askanews, il premier Giuseppe Conte intervenendo alla sessione conclusiva dei lavori del “Global Vaccine Summit”, la conferenza sul rifinanziamento dell’Alleanza GAVI ha dichiarato:

Il Coronavirus ci ha drammaticamente ricordato quanto sia importante l’immunizzazione per prevenire la pandemia. Ha anche dimostrato che gli investimenti nella salute globale e nei vaccini sono fondamentali non solo per salvare vite umane e proteggere i più vulnerabili, ma anche per preservare la sicurezza globale, la stabilità e la prosperità”.

Gavi, ha ricordato il premier, “ha anche aperto la strada a strumenti finanziari innovativi per sviluppare e distribuire rapidamente nuovi vaccini a basso prezzo: come l’International Finance Facility for Immunization (IFFIm) e Advance Market Commitment (AMC), di cui l’Italia è stata promotrice e una delle maggiori donatori”.

Ma cos’è GAVI?
Gavi non è una realtà nata ai tempi del Coronavirus. Esiste dal 2000, quando ci si rese conto che la distribuzione di vaccini ai bambini delle zone più povere del mondo stava diminuendo, con un conseguente calo dell’immunizzazione.
Si tratta di una partnership tra soggetti pubblici e privati. Lo scopo è quello di diffondere vaccinazioni in Paesi tipicamente poveri come appunto l’Africa.

All’alleanza partecipano anche i governi dei Paesi in via di sviluppo, accanto ai Paesi donatori e ai rispettivi settori di produzione di vaccini. Tra i partner: Organizzazione Mondiale della Sanità, UNICEF, Banca Mondiale. Tra i finanziatori privati, la Fondazione Bill & Melinda Gates e molti altri. La Fondazione Bill & Melinda Gates stanziò allora 750 milioni di dollari per GAVI.

Come premio per i risultati finora raggiunti il premier Conte ha annunciato uno stanziamento importante per GAVI da parte dell’Italia:
In riconoscimento dei risultati raggiunti finora da GAVI, sono orgoglioso di annunciare i seguenti ulteriori impegni dall’Italia: innanzitutto l’Italia fornirà un ulteriore contributo diretto di 120 milioni di euro per i prossimi 5 anni, con un aumento del 20% rispetto al nostro precedente sostegno.

In secondo luogo, riconoscendo il ruolo fondamentale svolto da IFFIm, abbiamo deciso di estendere il nostro contributo allo strumento fino al 2030 con un nuovo impegno di 150 milioni di euro, per un importo totale di 287,5 milioni di euro”, ha spiegato Conte.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *