Menu Chiudi

Coppia turisti cechi derubati, Conte dona loro dei soldi per tornare in patria

Una coppia di turisti della Repubblica Ceca decide di passare la luna di miele in Italia, e si reca in Puglia la prima vacanza da marito e moglie, per la precisione sul Gargano.
La sera del 7 agosto si erano fermati alla torre di Torre Mileto con la loro Bmw, per scattare delle foto ricordo, quindi si allontanano dall’auto per qualche minuto.

Al loro ritorno trovano una brutta sorpresa: l’auto aveva i vetri rotti e all’interno non c’erano più le borse dei due turisti con soldi e documenti:  un borsello con circa 1.900 euro in contanti utili alla vacanza, la valigia della donna con tutti gli effetti personali e gli abiti e qualsiasi cosa avesse un valore, documenti inclusi.
I malviventi avevano inoltre bucato le gomme forse per evitare un eventuale inseguimento da parte della coppia. Gli sposini Zdeneck e Camila, 40 anni lui, 24 lei, si sono ritrovati improvvisamente senza soldi e senza saper dire una sola parola in italiano.

I malcapitati, sotto shock e in preda al panico, sono stati soccorsi da alcune persone di San Nicandro Garganico, che hanno subito chiamato i Carabinieri e mediato l’appuntamento in caserma per la denuncia di rito, dove, tramite un traduttore automatico, hanno raccontato ciò che era successo.

Francesco e Grazia, una coppia di San Nicandro decidono di portarli a casa loro per ospitarli lanciando un appello ai giornali locali dove hanno chiesto che venissero riportati indietro almeno i documenti dei turisti in modo da permetter loro di tornare in patria.
Qualche giorno dopo l’appello i documenti vengono ritrovati nei pressi di Gargano Blu da un avvocato di San Marco in Lamis.

Ma lo scorso 16 agosto succede una cosa davvero inaspettata. Come riferito da Foggia Today:

turisti_derubati repubblica ceca

<<Alle 13,30 circa del 16 agosto, Giuseppe Conte ha chiamato Francesco complimentandosi con lui e con la moglie per il gesto di solidarietà nei confronti degli ospiti della Repubblica Ceca.
Un gesto che fa onore alla vostra terra ma anche a tutta l’Italia intera, nei confronti di un’altra nazione“. Così il premier ha ringraziato la coppia garganica. “Spero che li abbiate portati a San Giovanni Rotondo, da Padre Pio” ha aggiunto il presidente del Consiglio.
Al termine della conversazione il premier ha fatto sapere che ai due sposini stranieri donerà di tasca propria la cifra di 500 euro per permettere loro di ritornare in patria>>.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *