Menu Chiudi

Conte:”Chi dice che questa manovra porta tasse, o è ingorante o è mensognero”

Di seguito mostriamo un intervento del Premier Giuseppe Conte nella trasmissione “Porta a Porta”, dove chiarisce una volta per tutte molti aspetti della manovra finanziaria.

Giuseppe Conte a Porta a Porta sulla manovra finanziaria

Ecco alcuni estratti più significativi del suo intervento:

Si rivolge a tutta la categoria dei giornalisti:

“Vogliamo dire che avremo l’abolizione del superticket? Oggi le famiglie lo sanno a casa che pagano un superticket (sanitario), lo eliminiamo.
Vogliamo dire che ci sono due miliardi in più nel fondo sanitario nazionale?
Vogliamo dire che ci sono due miliardi in più per quanto riguarda l’edilizia sanitaria?

Lo diciamo agli italiani, se non fossimo intervenuti a mettere su questo tavolo 23 miliardi di Euro, avremmo avuto un aumento automatico (annuale) di più di 541 Euro a famiglia.

In più ci sono 3 miliardi di taglio del cuneo fiscale per i lavoratori.

Solo con queste 2 misure abbiamo messo sul piatto 26 miliardi.”

Poi si rivolge a Bruno Vespa e ai giornalisti in studio:

“Vi sfido, in quale anno è stato operato un taglio della tasse per 26 miliardi?”.
Silenzio in studio…..
Dopo qualche secondo di silenzio riprende:
“Non lo ricordate perchè non è mai successo”.

Conclude alla fine:
Chi dice che questa è la manovra delle tasse, o è ignorante o è mensognero, fate voi”.

Insomma, in riferimento a ciò che ha ammesso il premier in diretta Tv, quanti particolari stanno omettendo giornali e mass media a reti unificate per screditare questa manovra? Che lo facciano le opposizioni ci pùò stare, ognuno tira l’acqua al suo mulino, ma che che lo faccia il mondo dell’ informazione è un fatto gravissimo, che denota il bassissimo l’vello di libertà d’informazione in questo paese.

Questo ed altro nell’ intervento del premier giuseppe Conte che mostriamo di seguito. Buona visione.

Fonte

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *