Menu Chiudi

Conte avverte gli italiani: la curva dei contagi rischia di risalire

coronavirus conte curva contagi rischio risalita

Il premier Giuseppe Conte ha risposto così, lasciando il Senato, ad un’anziana che lo ringraziava “a nome dell’Italia” per l’impegno di questi mesi:
Grazie a voi italiani, ma non è finita, chiariamolo, non e’ il tempo dei party e della movida, altrimenti la curva risale. 

Abbiamo tolto l’autocertificazione perchè la curva era sotto controllo ma nessuno pensi che sono saltate le regole di precauzione”. “Abbiamo vinto la prima battaglia col virus e rimesso il paese in sicurezza. L’indice di contagiosità R0 è passato da 3,5-4 a 0,5. Da questo patrimonio ripartiamo“.
Il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato:

Uscite di casa, ma indossate le mascherine. Soprattutto in questi primi giorni usate le mascherine – i nuovi cluster di contagio sono gli ambiti di relazione negli appartamenti e con gli amici”.
Mi auguro che la mascherina, oltre ad essere un presidio per la sicurezza, diventi la moda dell’estate. Sarebbe un bel segnale se si investisse la creatività italiana. Tanto dobbiamo indossarle, inutile girarci intorno: deve diventare come un foulard, una catenina, un braccialetto perché, fino a che non c’è il vaccino, dobbiamo portare le mascherine.

Faccio un appello a tutti: uscite di casa e indossate le mascherine. So che è fastidioso e fa caldo, ma non prendiamoci in giro, le dobbiamo tenere fino a che non si trova un vaccino. Bisogna ricordarsi che l’infezione può avvenire proprio dove pensiamo di poter allentare la tensione, ed è quindi importante continuare a portare le mascherine, a lavarsi le mani, a lasciare le scarpe fuori dall’ingresso di casa e a sanificare gli ambienti“.

Inoltre  il ministro per le autonomie Francesco Boccia è tornato a ribadire che, in caso la curva riprendesse a salire, si dovrà necessariamente provvedere a nuove chiusure localizzate.
Tutte le regioni restano dunque al momento a rischio ‘basso’, mentre è ‘moderato’ in Lombardia, Molise e Umbria. I dati dei prossimi giorni, che terranno conto anche delle nuove riaperture, diranno se il trend rimarrà quello attuale o se è destinato a risalire. In questo caso, ha ripetuto ancora il governo, si dovranno necessariamente richiudere aree del paese.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *