Menu Chiudi

Avete mai controllato il vostro contatore ENEL?Ecco la Verità sui contatori elettrici a danno degli Italiani

Ecco la verità sui contatori elettrici a danno degli italiani.La coerenza di tali contatori non è stata mai verificata,contano in modo fasullo i Kw?I dettagli e come difendersi.

Chiunque abiti in una casa con tanto di corrente elettrica ha dovuto fare i conti almeno una volta con la bolletta dell’Enel. Dal 2001 al 2006 l’azienda ha installato almeno 32 milioni di contatori elettronici di nuova generazione. Questi apparecchi, del valore di pochi euro, sono stati progettati da Echelone, una ditta americana, ma non sono mai stati effettivamente verificati. Chi ci dice che le letture siano corrette?Con questi contatori è possibile conoscere il consumo istantaneo e il consumo a fascia oraria, un passo avanti certo, ma questi apparecchi non sono mai stati calibrati e certificati  od omologati da un ente terzo incaricato dallo Stato.

Fino ad oggi il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) non si è mai occupato di far certificare gli apparecchi e probabilmente non lo farà. La telelettura genera spesso dei contenziosi tra il fornitore e l’utente che si vede rispondere “per noi la lettura è corretta” e che quindi poco può fare per rivendicare i propri diritti.

Però a chiedere spiegazioni al Mise è il deputato dell’M5S Davide Crippa, vicepresidente della X Commissione della Camera:

[…] il governo italiano non ha mai stabilito come debbano avvenire i controlli di routine previsti dalla legge sui contatori dell’energia elettrica; di fatto i cosiddetti contatori “intelligenti” sono apparecchi non omologati scrupolosamente, mai verificati da un ente terzo incaricato dallo Stato, certificati solo su base volontaria dall’ “IMQ” (Istituto Italiano del Marchio di Qualità), e, come di nuovo segnalato da riviste di settore, spesso marchiati con un “CE” identico nella grafica al marchio “China Export” che solleva più di un dubbio sulla loro conformità alla legislazione europea; […].
Sulla base di ciò che ha affermato l’onorevole Crippa controllate anche voi se il vostro contatore ENEL ha il marchio conforme alla legislazione europea.


contatori elettrici

Il Ministero non ha fatto attendere la risposta: 

 […] La legislazione in materia, è in effetti lacunosa ed ha probabilmente risentito anche della circostanza che almeno per tutti gli anni in cui la fornitura dell’energia elettrica era riservata allo Stato o ad imprese concessionarie, l’affidabilità della misurazione era nei fatti ritenuta connessa alla caratterizzazione pubblica del soggetto distributore. Inoltre, ha risentito dell’oggettiva difficoltà e complessità ad apportare innovazioni normative in un settore di misurazione che interessa un servizio pubblico essenziale di diffusione generalizzata, con milioni di punti di misurazione e che non consente applicazioni rigide e solo formalistiche delle norme, senza tener conto, peraltro, delle conseguenze in termini di possibili interruzioni di tale servizio pubblico. […]

Quindi l’azienda si è autocertificata gli apparecchi?? E siamo certi che siano funzionanti e che leggano correttamente l’effettivo consumo??Il consumo di energia elettrica viene rilevato e fatturato legalmente?

E’ l’Associazione Codici – Centro per i Diritti del Cittadino che si è posta il problema e sta preparando una Class Action contro i responsabili.

Infatti l’ Associazione Codici ha inviato un atto di diffida al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro dello Sviluppo Economico, al Presidente dell’AEEG chiedendo chiarimenti sull’utilizzo di contatori elettronici non omologati ed ora promuove un’azione collettiva.

PROCEDURA PER PARTECIPARE ALLA CLASS ACTION
Dovete innanzitutto verificare la targhetta del contatore. Se sulla targhetta, a destra del simbolo CE c’è una M seguita da due numeri, il contatore è regolare.

    • In caso contrario rientrate nella CLASS ACTION
    • Se non riuscite a leggere il display, rientrate nella CLASS ACTION.
    • Se il display è leggibile ma il numero del POD, indicato sul display, non coincide con quello della bolletta, rientrate nella CLASS ACTION.
    • Se non riuscite a leggere il display, o il display è spento, rientrate nella CLASS ACTION.

LA CLASS ACTION ha lo scopo di ottenere un risarcimento dei danni causati da una contabilizzazione/fatturazione del consumo di energia avvenuta con contatori privi dei requisiti richiesti dalla legge e avere informazioni sull’azione legale, telefona allo 06.55301808. Intanto puoi registrarti su codici.org e scaricare il modulo di adesione dopo esserti registrato al sito, dalla sezione “modulistica“. Inviare tutta la documentazione comprensiva di modulo adesione, ultima bolletta e copia documento identità a: Associazione Codici via G.Marconi, numero 94, CAP. 00146 Roma, indicando sulla busta Class Action contatori Elettronici

Aspettiamo con ansia che la Class Action dell’Associazione Codici porti qualche risposta in più, intanto molti italiani continuano a pagare senza sapere se quello che pagano è effettivamente il giusto che dovrebbero pagare…

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *