Menu Chiudi

La regione Toscana da il via libera alla prescrizione medica della cannabis terapeutica.

cannabis terapeutica

La regione Toscana ha dato il via libera alla prescrizione medica e somministrazione della cannabis terapeutica,la quale può avvenire solo negli ospedali autorizzati,in modo tale da non consentire a nessun individuo l’utilizzo del medicinale per “altri fini”.

La Regione Toscana ha dettato le nuove regole che riguardano la somministrazione di cannabis a scopi terapeutici: in una delibera, portata in consiglio dall’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni e approvata dalla giunta, sono state stabilite le regole di attuazione della legge regionale approvata dal consiglio regionale già nel maggio del 2012. Tra le nuove indicazioni, spiega una nota, si stabilisce “che tutti i medici possono prescrivere le preparazioni a base di cannabis, nei limiti previsti dalla normativa nazionale vigente. Che la prescrizione e l’inizio del trattamento con questi medicinali deve essere eseguita in strutture ospedaliere (o assimilabili) del servizio sanitario regionale, inclusi reparti di degenza, day-hospital o strutture ambulatoriali. Che nel caso ci sia necessità di proseguire il trattamento farmacologico anche dopo la degenza in ospedale, il medico o la struttura possono attuare una dimissione assistita del paziente e provvedere direttamente alla consegna dei farmaci ritenuti necessari al proseguimento della terapia farmacologica. Che le farmacie ospedaliere devono attivare tutte le procedure relative all’acquisto o all’importazione delle sostanze medicinali e all’allestimento dei preparati magistrali”.
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

[banner]In un comunicato stampa i consiglieri di maggioranza Brogi (Pd), Romanelli (Sel) e Sgherri (Rifondazione comunista) spiegano.”Come Consiglio Regionale avevamo fatto nel 2012 una legge importante e che apriva una strada, oggi con questo rilevantissimo provvedimento attuativo, la Giunta regionale, con la quale ci siamo confrontati in questo anno in maniera serrata insieme ai rappresentanti dei pazienti, e grazie alla sensibilità e all’impegno diretto del presidente Rossi e dell’assessore Marroni, ha aggiornato il testo del regolamento con importantissime e positive novità, accogliendo tutte le osservazioni di pazienti e medici e recependo tutti gli aggiornamenti normativi”. I consiglieri regionali spiegano che è stato aggiornato il regolamento inerente l’impiego della specialità medicinale Sativex, sull’importazione di Bedrocan e simili, e sulle preparazioni magistrali contenenti sostanze vegetali a base di cannabis. E si stabilisce, “con certezza interpretativa, che tutti i medici, nei limiti previsti dalla normativa nazionale, possono prescrivere le preparazioni magistrali a base di cannabis e che la prescrizione e l’inizio del trattamento con i medicinali, di cui alla legge regionale, deve essere eseguita in strutture ospedaliere o a esse assimilabili”.

Fonte: http://www.fanpage.it/cannabis-terapeutica-dalla-regione-toscana-via-libera-alla-prescrizione-medica/#ixzz3KsTbLtdD
http://www.fanpage.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *