Menu Chiudi

Boccia replica a Salvini: “basta balle, i positivi sono quasi tutti italiani”

Il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia ha rilasciato una intervista al Corriere della Sera che sta facendo molto discutere, specie sui social. A far arrabbiare molti utenti e a scatenare l’ira delle opposizioni è stato il modo in cui, secondo molti, Boccia abbia cercato di sminuire l’impatto dei migranti sull’emergenza coronavirus, pur sottolineando il grande senso di responsabilità da parte di tutti gli italiani dall’inizio della pandemia fino ad oggi.

boccia il 75% dei contagiati coronavirus sono italiani

Italia fanalino di coda per i contagi da covid-19

Oggi viviamo la prevista difficoltà della convivenza con il Covid, ma io penso che la maggior parte degli italiani continui ad avere un grande senso di responsabilità“.
Sottolinea poi, numeri alla mano che il nostro Paese è quello che al momento ha i numeri più confortanti per quanto riguarda i contagiati da covid-19, sempre grazie al senso di responsabilità degli italiani e alle misure adottate dal governo:

1.500 positivi in Spagna, 1.300 in Francia, 950 in Germania e 295 in Italia. Questi numeri, che sono merito delle misure adottate e dei sacrifici fatti dagli italiani, dovrebbero convincere tutti a non prendere i rischi sotto gamba“.

Gli italiani si contagiano tra loro

Un monito lanciato ai negazionisti del covid de specie a Matteo Salvini, sul quale dichiara:
Salvini nega l’emergenza sanitaria e prova a riportare il Paese nel clima a lui congegnale di odio e rabbia su sicurezza e immigrazione“.

Ma il passaggio nell’intervista al Corriere che ha fatto letteralmente arrabbiare e discutere gli utenti del web, specie su twitter è il seguente:
““Il 75% dei positivi sono italiani, contagiati da altri italiani. Si passa dalle feste senza regole, all’imprenditore irresponsabile che, tornato dall’estero, è andato in giro con i sintomi. Quanto ai positivi stranieri salvati in mare, vengono tutti sottoposti a test e tamponi e molti di loro ripartono immediatamente“.

Boccia in pratica non considera allarmante il numero dei contagiati stranieri, che considera irrisorio a livello nazionale, accusando Salvini e le opposizioni di focalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla questione migranti per pura propaganda politica e per “riportare il Paese nel clima a lui congegnale di odio e rabbia”.

I negazionisti irresponsabili sono minoranza nel Paese

Conferma invece che sono gli italiani stessi a contagiare altri italiani in movide, feste e luoghi di lavoro. Ma per fortuna, secondo Boccia questi “irresponsabili” sono una minoranza nel Paese:”
Se il 10% degli italiani persino nega il virus, il 90% rispetta le regole. Per fortuna il Paese è un modello nel mondo, come gli ultimissimi dati confermano. L’Italia è ultima in Europa per numero di contagi“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *