Menu Chiudi

Bill Gates e il conflitto di interessi sulla pandemia

bill gates conflitto interessi coronavirus

Bill Gates, il miliardario che ha fondato Microsoft e, insieme a sua moglie, la Bill and Melinda Gates Foundation, ha appena chiesto la completa e totale chiusura e la messa in quarantena dell’intera nazione americana, affermando che la maculatura di alcuni stati che lo fanno e di altri che non lo fanno ha messo tutto in pericolo per il coronavirus.

Nonostante le sollecitazioni degli esperti di sanità pubblica“, ha scritto Gates in un articolo sull Washington Post, “alcuni stati e contee non hanno chiuso completamente. In alcuni Stati le spiagge sono ancora aperte, in altri i ristoranti servono ancora pasti a tavola. Questa è una ricetta per il disastro. Perché le persone possono viaggiare liberamente attraverso i confini degli stati, così come il virus. I leader del Paese devono essere chiari: chiudere ovunque significa chiudere ovunque. Fino a quando i numeri dei casi non cominceranno a scendere in tutta l’America – il che potrebbe richiedere 10 settimane o più – nessuno può continuare a fare affari come al solito“.

Ha poi aggiunto che l’impatto del nuovo coronavirus potrebbe durare altri 18 mesi circa, fino allo sviluppo di un vaccino.
per lui è facile, ma per molti il lavoro non è un’opzione. È il cibo. È la sopravvivenza. E ottenere un’elemosina dal governo, anche se necessaria in tempi di crisi, non compensa un’attività in bancarotta.

Il destino di un sogno guadagnato duramente non dovrebbe riposare con un miliardario globalista miliardario che avverte delle disastrose conseguenze del coronavirus in futuro – tutto questo mentre fa soldi con la pandemia a mani nude, tutto questo mentre mantiene lo status di capobranco in una delle stesse agenzie che hanno il compito di far scattare l’allarme sulle crisi sanitarie globali.

E’ un conflitto di interessi. Per lo meno, lo percepisce in questo modo.

“Il Bill & Melinda Gates Foundation Trust hanno fatto un grande investimento in The Mexico Fund, un fondo chiuso che concentra gli investimenti in quel Paese”, ha appena riferito Barron. “Il fondo è calato di fronte allo sconvolgimento del mercato causato dalla pandemia di coronavirus”. Le azioni della Borsa di New York del Mexico Fund sono scese del 42% nelle ultime settimane; Gates ha appena acquistato una quota del 5%, per diventare il quarto investitore del fondo. Una vera e propria speculazione finanziaria da parte del magnate: compra basso, vendi alto una volta usciti dalla pandemia, e nel frattempo guadagni una marea di soldi…. Anche i filantropi possono essere abili in borsa.

Allo stesso tempo, però, Gates è uno dei maggiori finanziatori dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, una delle agenzie all’avanguardia per avvertire, consigliare e consigliare i governi del mondo su questioni relative a epidemie e pandemie. Su questioni pertinenti alla pandemia dichiarata dall’OMS.

Ma l’OMS non ha sempre visto il coronavirus come una pandemia. In effetti, l’OMS non ha annunciato il coronavirus come pandemia fino al giorno che Gates – che per qualche tempo aveva auspicato che l’OMS dichiarasse il coronavirus una pandemia –  ha fatto una donazione molto cospicua per una causa che va a beneficio dell’organizzazione stessa.

Date un’occhiata a questa linea temporale.

Il 10 marzo, Business Insider ha scritto: “Bill Gates ha lanciato l’allarme sul coronavirus COVID-19, definendolo una ‘pandemia’, anche se l’Organizzazione Mondiale della Sanità non ha ancora fatto questa distinzione – la Gates Foundation, Wellcome e Mastercard stanno impegnando 125 milioni di dollari in finanziamenti alle aziende che sviluppano trattamenti per il nuovo coronavirus – i finanziamenti saranno utilizzati per un acceleratore terapeutico COVID-19 per aiutare a velocizzare i trattamenti del coronavirus agli infetti“.

L’11 marzo, un giorno dopo che Business Insider ha riferito che Gates aveva fatto pressioni per una dichiarazione dell’OMS sulla pandemia del coronavirus – un giorno dopo che Gates ha annunciato l’infusione di milioni di dollari in un’impresa affiliata all’OMS chiamata COVID-19 Therapeutics Accelerator, che ha fatto penzolare la prospettiva di mettere più poteri normativi nelle mani degli elitisti globali – un giorno dopo, il direttore generale dell’OMS ha fatto un annuncio interessante.
L’11 marzo, in una conferenza stampa sul coronavirus, Tedros Adhanom Ghebreyesus ha detto questo: “Abbiamo quindi valutato che il COVID-19 può essere caratterizzato come una pandemia“.

Coincidenza? Forse. Ma con questa coincidenza si possono fare un sacco di soldi, potere e influenza. Gates dovrebbe scegliere da che parte stare in questa crisi di coronavirus: o la guarigione o il profitto. Non fare entrambe le cose.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *