Menu Chiudi

Bambino di nove anni “quasi cieco” dopo aver sviluppato il raro “occhio di Covid”

Un bambino di nove anni è quasi diventato cieco e ha trascorso il Natale in ospedale dopo aver sviluppato “l’occhio di Covid”, un raro effetto collaterale che gli scienziati hanno collegato al coronavirus.

Occhio gonfio bambino
Foto dal web

Zac Morey, che frequenta il quinto anno di scuola, ha perso la vista nell’occhio sinistro meno di una settimana dopo essere risultato positivo al virus. L’occhio del ragazzo si è completamente chiuso in seguito alla sua diagnosi di cellulite orbitale, un’infezione batterica dell’orbita. Il bambino di Bristol, da allora si è ripreso completamente, ma la sua famiglia ha avvertito che se l’infezione è troppo profonda può causare cecità.

Sua madre Angela, 37 anni, secondo quanto riportato dal noto giornale online Daily Mail, ha dichiarato:
Il suo occhio sembrava che stesse per esplodere. Non c’era modo di aprirlo senza tirare la pelle. Era gonfio oltre ogni cosa che abbia mai visto“.
Il problema agli occhi di Zac è iniziato dopo che è risultato positivo al Covid insieme alla sua mamma e ai suoi quattro fratelli il 16 dicembre.
Il giovane ha sofferto di sintomi simili al raffreddore e ha trascorso il suo periodo di auto-isolamento giocando al computer a casa. Ma il 22 dicembre, quando per due volte è risultato negativo al Covid, ha sviluppato un dolore all’occhio sinistro.

La madre Angela ha dichiarato al giornale online: “Ho pensato che fosse solo l’essere stato al computer per sette giorni, così non ho pensato a nulla.
Ma alla vigilia di Natale non stava affatto bene. L’abbiamo portato in ospedale ed è stato messo sotto flebo di antibiotici fino al giorno di Santo Stefano“.
Ha poi aggiunto: “Hanno detto che l’infezione va troppo in profondità nell’occhio, può causare cecità. I medici hanno detto che era una reazione allergica al virus che colpisce i bambini“.

Zac è stato dimesso dall’ospedale il giorno di Santo Stefano dopo essere stato sottoposto a un test oculistico che ha confermato che la sua visione è completamente recuperata. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) elenca la congiuntivite come un effetto collaterale del Covid, mentre altri studi hanno confermato il legame tra la cellulite orbitale e il coronavirus.

 

Condividi su :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *