Menu Chiudi

Ci parlano solo della Grecia,ma non dicono che anche l'Austria firma per uscire dalla UE.

Austria fuori dalla ue

E’ scaduto ieri in Austria il termine di una petizione che al raggiungimento di 100mila firme porterebbe al referendum per uscire dalla UE,ma non lo dicono.

Il ministro degli Interni austriaco, in nome della democrazia, parola ormai inesistente nel Bel Paese, ha accettato l’idea che deve essere il popolo (se vuole) a chiedere l’uscita dell’Austria dall’Ue. Gli austriaci infatti hanno presentato da tempo una petizione che, nel caso avesse raggiunto 100mila firme valide fra il 24 giugno e 1 luglio 2015 ,hanno la possibilità di esprimere la volontà di restare o meno nell’ UE tramite referendum popolare,oppure obbligare il governo a discutere il testo con assoluta priorità. Vi mostriamo  tale testo della petizione austriaca tradotto e riportato da ILGIORNALE.it: <<“Vogliamo nuovamente vivere in un paese libero e neutrale, senza essere una colonia di Bruxelles e di Washington. Non vogliamo essere coinvolti in conflitti all’estero che non ci riguardano e che rappresentano un pericolo per la pace. Solamente uscendo dall’UE potremo sfuggire ai famosi accordi transatlantici di libero scambio tra Europa e Stati Uniti (TTIP) e il Canada (CETA).”>> Continua poi :<<“Essere uno Stato membro dell’Unione europea è un affare in perdita, sia per la diminuzione delle prestazioni sociali, sia per il calo degli investimenti dello Stato a favore della popolazione. Se l’Austria uscisse dall’UE, non solo risparmierebbe cospicui contributi annui, ma anche i pagamenti per i diversi fondi di salvataggio dell’euro.”>>. Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook
[banner]Come si può notare dal testo sopra scritto,la causa principale che spinge gli austriaci alla volontà di svincolarsi dalla UE,è il timore di vedere le proprie produzioni piegarsi al TTIP. Si tratta di un Trattato Transatlantico tra Usa e UE, in vigore entro il 2016, che se va in porto siamo rovinati.A decidere su:lavoro,salute,cibo,energia non saranno più gli Stati,ma le multinazionali.(CLICCA QUI’ PER MAGGIORI INFO). Teniamo a precisare che i promotori della petizione hanno già affermato che,in caso di raggiungimento del quorum, fra le due opzioni offerte dalla costituzione austriaca, referendum o legge di iniziativa popolare, sceglieranno la prima opzione.Presto sapremo se il quorum è stato raggiunto.]]>

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *