Menu Chiudi

L' Austria dice STOP: alza "barriere anti-profughi" e fa riforma anti-Isis. Noi? Restiamo a guardare

Austria

L’Austria non ci sta… e dice basta!

Mentre giorno dopo giorno continuano i viaggi della speranza, le coste mediterranee sono il “palcoscenico” di momenti di terrore, disperazione e subbugli. Non si arresta il flusso di profughi pronti a sbarcare sulle nostre coste alla ricerca di un futuro per loro ed i loro figli… Invadono a frotte il nostro paese occupando abitazioni, centri di accoglienza ormai colmi ecc…Ma se prima eravamo l’unica voce a distinguersi dal coro, adesso ci sono altre nazioni che stanno avendo a che fare con il problema dell’ invasione. [banner]L’UNICA DIFFERENZA CON NOI, E’ CHE LORO SANNO DIRE BASTA…NOI ESEGUIAMO SEMPLICEMENTE GLI ORDINI SENZA PORRE UN LIMITE… Ma l’Austria non ci sta e per questo ha deciso di dire STOP a questo flusso inarrestabile che sta occupando il suo territorio. Infatti ha decisione di costruire delle vere e proprie barriere Anti-Profughi a confine con la Slovenia, questo per fronteggiare la loro avanzata. Il ministro dell’ Interno di Vienna , Johanna Mikl-Leitner, non ha fornito precisazioni su questa “barriera”, che sarebbe la prima fra due Paesi dello spazio Schengen, ma si è difesa dall’accusa di voler costruire un muro anti-migranti. QUESTE LE SUE PAROLE: “L’obiettivo dell’Austria è di garantire un ingresso ordinato, controllato nel nostro Paese e non di chiudere la frontiere”. Be, almeno loro cercano di fare ordine… Noi accogliamo chiunque allo sbaraglio e magari facciamo entrare anche qualche terrorista appartenente all’Isis senza neppure rendercene conto. Forse l’ Austria così come l’Ungheria sono stufe dell’ Unione Europea che sembra essere una vera “UNIONE” solo quando fa comodo… Non finisce qui, stando a quanti si legge su maggiori quotidiani l’Austria vara la riforma anti-Islam: niente soldi dall’estero per le Moschee e le prediche saranno in tedesco
Dunque l’Austria, PRIMO PAESE A FARLO…ha deciso di approvare le tanto discusse riforme della legge sull’ Islam. Vere e proprie restrizioni dettata dall’esigenza di difendersi dall’ isis. Con questa decisione diventa il primo stato europeo ad aver preso una posizione concreta nella regolazione dell’estremismo islamico ne proprio territorio nazionale. DOVREMMO PRENDERE ESEMPIO DALL’AUSTRIA SU MOLTE COSE…
A proposito di ECCESSO di MIRANTI… RICORDATE IL PIANO DI RIPARTIZIONE CHE PREVEDEVA IL TRASFERIMENTO DI ERITREI E SIRIANI VIA DALL’ITALIA PER ESSERE OSPITATI NEGLI STATI APPARTENENTI ALL’ UNIONE EUROPEA??????? TUTTA UNA BEFFA… Come riporta anche il corriere.it Il piano era chiaro: 40 mila migranti da trasferire in due anni. un mese dopo l’accordo, E’ TUTTO UN FOLP. Per raggiungere il risultato bisognava infatti far partire 80 stranieri al giorno. E invece in un mese, hanno fatto espatriare dal nostro paese soltanto 90 profughi: 40 sono andati in Svezia e 50 in Finlandia. Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook
Ma udite udite… La Germania Merkeliana aveva addirittura annunciato pubblicamente di voler accogliere tutti…Sulla carta invee, ha dato disponibilità per soli dieci posti. Ma è una presa in giro?? E GLI ALTRI CHE FINE HANNO FATTO? Il bello è che per questo progetto di ripartizione sono stati spesi dei soldi. Dove sono andati a finire questi investimenti geniali? Non vi vergognate di quanto poco impegno mettiate nel portare a termine un piano che vi siete prefissati? Finora avete fatto solo brutte figure e continuate così le cose non cambieranno: NOI CI TERREMO TUTTI I PROFUGHI, E VOI CI GUARDERETE DALL’ALTO CONTINUANDO A DETTARE REGOLE!]]>

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *