Menu Chiudi

Attentato Nizza: Camion sulla folla. Ma cosa sta facendo l’Europa in concreto?

Nizza

Tutti con Nizza MA A CHIACCHIERE. Nel frattempo continuiamo a procurare armi all’ Isis! Otre questo, cos’altro sta facendo in concreto l’Europa? Svegliamoci

L’attentato a Nizza è uno dei tanti attentati… Avvenuto in uno dei luoghi più affollati. Il camion ha sfondato due cordoni di controllo per poi percorrere la strada andando a zig zag per cercare di travolgere ed uccidere più persone possibile.

Il conducente del tir era un Franco-Tunisino di 31 anche lui esaltato dalla sue fede, tanto che i testimoni presenti hanno affermato che nella sua corsa omicida gridava Allah akbar (Allah è grande).
I corpi sono ancora a terra e lo scenario è davvero di guerra. Morti calpestati. Gente in fuga, donne uomini e bambini travolti senza pietà.

[banner]Oggi, a qualche ora dall’accaduto arrivano i messaggi di cordoglio dell’ America, della Germania, dell’ Italia e da tutte le altre nazioni…
Ma oltre ai messaggi di cordoglio che siete buoni a trasmettere, sapete fare qualche cosa di concreto per eliminare questa piaga del terrorismo?
Cara Europa è questo quello che vuoi? E’ questa la tua teoria dell’ Unione Europea?
Fate la guerra nelle loro terre, occupate i loro territori ma combattete contro i mulini a vento… In questo modo non state facendo altro che favorire la loro fuga nei nostri territori aizzando un fuoco che ci si sta ritorcendo contro! Svegliatevi…
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


Come pensiamo di combattere il terrorismo, se poi siamo noi stessi a vendergli le armi e tutto il resto?
Si va tanto declamando l’importante ruolo dell’ Europa ma poi nei fatti si è buoni sono a rilasciare dichiarazioni occasionali ogni qualvolta che accade una disgrazia del genere.
Ma le chiacchiere stanno a zero e questa ne è la prova.
Oggi sono 84 morti e centinaia di feriti; ma domami?
Oggi si tratta di Nizza, ieri di Parigi, e domani a chi toccherà?
Questo è un nemico che non si vede e noi abbiamo contribuito a farlo crescere e prosperare. 
La nostra politica sbagliata ne è la maggior responsabile. Non siamo capaci di frenare questa radicalizzazione.
L’europa non è ancora riuscita ad agire unita e compatta, ma ogni stata ha fatto quel che poteva e voleva senza adoperare un piano generale e unico. In pratica siamo allo sbaraglio, sperduti in una Europa Unita finta in cui si è buoni solo ad imporre l’accoglienza, ad inglobare finti immigrati disperati dietro la quale si nascondono chi sa quanti terroristi.
Dobbiamo capire che l’ Isis è ovunque, è tra noi e noi invece di combattere l’immigrazione ed intensificare i controlli apriamo ancor meglio le porte…

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *