Menu Chiudi

Il gioco “proibito”. Ecco cosa accade negli asili di Trieste.E’ bufera! Questo è educare?VIDEO Shock

Gioco

Noi non riteniamo opportuno aggiungere altri commenti a questo video che stiamo per mostrarvi!
Ci è capitato per puro caso davanti gli occhi mentre eravamo su Youtube…E dopo averlo visto siamo rimasta davvero esterrefatti… Non riesce a credere a ciò che in realtà è davvero in atto.
[banner]In un Asilo di Trieste è partito un progetto “Educativo” chiamato GIOCO DEL RISPETTO, che secondo noi non ha proprio nulla di educativo. Tale progetto prevede che bambini e bambine “nominino i genitali” e si scambino i vestiti. Cosicché da scegliere ed identificarsi nel sesso che maggiormente trovano proprio…Questo per superare e favorire sin da piccoli il rispetto tra i generi diversi. Questo esperimento è stato creato  al solo scopo di riuscire a cancellare lo stereotipo della differenza genetica e di ruolo tra maschi e femmine. Certo, è vero non si tratta di pedofilia o toccamenti tra bambini, Ma ciò non toglie che questo progetto sia sano. Non è una questione di moralismo… Ma è comunque sbagliato!
Altro che ” GIOCO DEL RISPETTO “… Qui la polemica rischia di sfociare in caos vero e proprio!
Gioco

E quindi?!? Solo per questo non vuol dire che sia una cosa giusta e sensata!!!!!!
Vi basterà digitare su Google “il gioco del rispetto” e vedrete i tanti articoli e polemiche varie in merito!!

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Fioccano le polemiche dei genitori e le lamentele FONDATE su questo GIOCO DEL RISPETTO, in quanto considerato un metodo educativo per nulla produttivo!

E’ questa l’educazione che deve essere data ai nostri figli? Davvero vogliamo che all’asilo vengano insegnate queste cose confondendo i piccoli ignari??? Adesso, possiamo comprendere che alle medie venga fatta educazione sessuale…Possiamo anche capire che si educhi il bambino ad una mente aperta…Ma questa è davvero l’esagerazione… Guardate il video…Resterete davvero a bocca aperta e troverete l’articolo di giornale a testimonianza di ciò… Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *