Menu Chiudi

Angela Merkel: La libertà di parola deve essere ridotta per mantenere la società libera

La cancelliera tedesca Angela Merkel afferma che la libertà di espressione deve essere ridotta per mantenere la società libera.

Angela Merkel la libertà di parola deve essere ridotta

Lo ha detto per davvero!
“Per tutti coloro che affermano di non poter più esprimere la propria opinione, lo dico loro; Se esprimite un’opinione forte, dovrete convivere con il fatto che sarete contraddetti ”, ha dichiarato la Merkel durante un discorso al parlamento tedesco.

“Lla libertà di espressione ha dei limiti”, ha aggiunto, mentre e` possibile sentire alcuni membri del Bundestag esprimere il loro disaccordo.

“Questi limiti iniziano dove si diffonde l’odio, iniziano dove viene violata la dignità delle altre persone. Questa casa dovrà opporsi alle parole degli estremisti, altrimenti la nostra società non sarà più la società libera di oggi “, ha affermato la Merkel.

Naturalmente, ciò che “viola” la “dignità” delle altre persone è completamente soggettivo e potrebbe includere ogni tipo di discorso che la maggior parte delle persone troverebbe perfettamente accettabile.

Il dibattito sulla libertà di parola in Germania si è intensificato da quando il paese ha accettato oltre un milione di migranti dal Medio Oriente e dal Nord Africa dal 2015 in poi.

Molti tedeschi sono stati additati con l’accusa di incitamento all’odio per aver sottolineato “fatti di odio” come quelli riguardanti i migranti che sono responsabili di crimini e aggressioni sessuali

Ciò è accaduto nonostante anche i numeri del governo tedesco mostrassero che i crimini violenti in Germania sono aumentati del 10% tra il 2015 e il 2016 e che oltre il 90% dell’aumento sia attribuibile a giovani “rifugiati”.

I legislatori di una zona della Germania hanno persino tentato di approvare una legge che avrebbe incarcerato le persone per aver insultato l’inno dell’UE o bruciato la bandiera dell’UE.

Tradotto da: Summit News

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *