Menu Chiudi

Amla, il frutto della giovinezza di cuoi nessuno parla. Ecco tutti i suoi eccezionali benefici

amla frutto della giovinezza

L’ amla è un frutto davvero importante,considerato addirittura il frutto di lunga vita! Le sue proprietà sono un fonte di vitamine che apportano all’organismo tutto ciò di cui ha maggiormente bisogno! Appartiene al frutto dell’ Emblica Officinalis, una delle piante maggiormente utilizzate nel settore della medicina ayurvedica specializzato nel ringiovanimento. Infatti questo frutto è un potente mezzo utilizzato contro l’invecchiamento della pelle.

Tutto ciò è stato dimostrato proprio alcuni esperimenti condotto presso l’istituto di Immunologia in Giappone! Questo grazie all suo elevatissimo contenuto di antiossidanti, in particolare la vitamina C la quale è presente nell’AMLA circa venti volte in più rispetto all’arancia stessa! L’amla è tra i vegetali con il più elevato potere antiossidante, con un ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) pari a circa 1770 unità per 100 grammi. Basta pensare che l’ammontare di unità antiossidanti necessarie in un adulto per contrastare i radicali liberi varia tra le 2000 e le 5000 unità al giorno.

MA VEDIAMO ALTRE IMPORTANTISSIME PROPRIETA’ IN MODO PIU’ APPROFONDITO:

E’ un potente antidiabetico

L’amla inibisce l’aldosoreduttasi, un enzima coinvolto nello sviluppo delle complicazioni del diabete, come la cataratta. Inoltre ha un’azione di controllo sulla glicemia, in quanto stimola il pancreas a produrre più  insulina. Per ottenere questi effetti, l’amla deve essere assunta quotidianamente e per lunghi periodi ed eventualmente associata alla radice di curcuma, Curcuma longa.

Attività antimicrobica

Possiede attività antivirale, antibatterica e antifungina. Durante l’inverno, assunta con ashwagandha, Withania somnifera, ghee e miele è rinvigorente e previene le affezioni stagionali. Un estratto alcolico ha mostrato una significativa azione inibitrice sulla trascriptasi inversa del virus HIV Attività antinfiammatoria – Questa attività è nota da tempo e molto sfruttata nelle medicine tradizionali asiatiche. L’azione antiartritica dell’amla è stata confermata dalla scienza moderna.

Attività antitussigena

Contro la tosse si è dimostrata più attiva delle molecole sintetiche usate negli sciroppi convenzionali. A livello dell’apparato respiratorio esecita un’azione antinfiammatoria, spasmolitica, antiossidante e mucolitica. Ottima nelle bronchiti croniche.

Attività immunomodulante

 Aumenta l’attività delle cellule NK (Natural Killer) e la risposta cellulare citotossica. Ha mostrato, quindi, attività antitumorali in modelli sperimentali.

Attività cardioprotettiva

Un estratto alcolico è stato studiato nel caso di necrosi del miocardio (modello sperimentale), mostrando un significativo effetto protettivo.

Attività epatoprotettrice

Protegge efficacemente le cellule epatiche dalle sostanze tossiche.

Attività antiacida gastrica e antiulcera

Un decotto di polvere del frutto assunto durante i pasti principali si è dimostrato efficace nel ridurre i sintomi di bruciore gastrico nei pazienti con ipercloridria. Nei pazienti affetti da ulcera duodenale e da dispepsia, l’assunzione di amla ha portato un notevole miglioramento dei sintomi ed una significativa riduzione della secrezione di acidi e di pepsina. Una completa guarigione è stata dimostrata nei pazienti con ulcera duodenale.

PER LEGGERE E SAPERE DI PIU’, CLICCA SU QUESTO LINK!  Inoltre, l’ amla contiene una serie di minerali e vitamine come carotene, fosforo, calcio, ferro, complesso di vitamina B. Il succo di amla dona forza al cuore e ad i muscoli, rivelandosi un ottimo rimedio per eventuali problemi cardiovascolari. Contribuisce ad aumentare il conto dei globuli rossi nel sangue e regolarizza l’intestino aiutando in caso di costipazione.

RIFERIMENTI: http://www.piuvivi.com

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *